Milan, un nuovo Leao è pronto a svoltare: “Posso fare di più”

MILAN NEWS – Rafael Leao ammette di non aver reso al massimo fin qui: “Sono consapevole di poter fare meglio per aiutare la squadra”

di Antonio Tiziano Palmieri
Rafael Leao Milan

MILAN NEWSRafael Leao, dopo aver trascorso la quarantena in Portogallo con la sua famiglia, è tornato a Milano con la speranza di poter portare a termine la Serie A 2019/2020. In tanti si chiedono: “Sarà lui l’uomo in più per il Milan nelle restanti 12 partite di campionato, qualora si dovesse riprendere?”. Cerchiamo di rispondere a questa domanda con degli spunti interpretativi.

A giudicare dalle ultime parole, in cui Rafael Leao ammette di poter fare di più per la squadra, il calciatore sembra aver fatto ritorno in Italia con un approccio diverso, e con nuove convinzioni. Il quasi 21enne portoghese, è consapevole che, fino a questo momento, la sua prima stagione in maglia rossonera non è stata esaltante (22 presenze totali di cui solo 10 da titolare e 2 gol messi a segno). Riconoscere il fatto che si possa fare di più di quello che si è fatto, non è cosa da tutti. Infatti, nelle dichiarazioni rilasciate a Sky nella giornata di ieri, Leao ha detto: “So che posso dare molto al Milan, credo in me stesso. In ogni caso, la squadra viene prima del singolo. Quello che conta è farsi trovare pronti quando si viene chiamati in causa. Noi tutti lavoriamo per riportare il club in Europa”.

L’autoconsapevolezza è la base per migliorarsi e progredire. Quindi, possiamo dire che, il primo passo in avanti è stato compiuto. Ora però, bisogna passare dalle parole ai fatti e trasferire tutto sul campo. Leao deve conquistarsi la piena fiducia di mister Stefano Pioli, in modo da poter giocare con più costanza fra i titolari della squadra. Solo così facendo, egli avrà la possibilità di mettere in mostra le sue qualità, che solo a tratti si sono intraviste nella sua fin qui breve avventura milanista.

L’arrivo di Zlatan Ibrahimovic e il conseguente exploit di prestazioni di Ante Rebic, hanno relegato Leao ad un ruolo da comprimario. Diciamo anche, che lo stesso attaccante numero 17 ci ha messo del suo, perché spesso e volentieri ha mostrato con un atteggiamento non esattamente idoneo agli occhi dell’allenatore, quasi come se non sentisse il peso della maglietta rossonera sulle sue spalle. Ma la chiusura forzata in casa, pare aver portato benefici al giocatore, almeno nelle intenzioni e nelle parole.

Rafael Leao è giovane, e dato che non ha problemi di contratto (il suo accordo con il club di via Aldo Rossi scade nel giugno 2024), deve pensare a dare il meglio di sé per farsi notare a livello europeo. Ora la palla passa a Pioli, che in caso di ripartenza del campionato, dovrà cercare di rilanciare il giocare per non vanificare gli sforzi economici fatti dalla dirigenza per acquistarlo dal Lille la scorsa estate.

E intanto a proposito di giovani stelle del panorama calcistico europeo, arrivano le parole del CT dell’Ungheria Marco Rossi per quel che riguarda un obiettivo del Milan: Dominik Szoboszlai. Per sapere cosa egli ha dichiarato, continua a leggere >>

 

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy