Milan, il grande sostegno di chi non gioca

Milan, il grande sostegno di chi non gioca

Come analizzato dall’App ufficiale del Milan, tutto il gruppo rossonero si sente coinvolto: anche chi non gioca può dare una mano ai propri compagni

di Donato Bulfon, @DonatoBulfon

ULTIME MILAN – La partita di Udine è stata negativa, ma tutto il gruppo si sente coinvolto. Quando la sconfitta non rimane solo un problema dei giocatori scesi in campo, dell’allenatore o dello staff tecnico, si tratta sempre di un segnale positivo, di coinvolgimento, di compattezza. Spesso si parla di uso improprio dei social nel mondo dello sport in generale del calcio in particolare. Il post Udinese-Milan dimostra, invece, come possa esserci di questi strumenti anche un impiego costruttivo.

Sono almeno due i giocatori del Milan che non sono scesi in campo in Friuli e che avrebbero potuto tranquillamente continuare a lavorare in silenzio. Invece si sono esposti e non hanno lasciato soli i loro compagni battuti sul campo dall’Udinese. “Superare gli ostacoli è l’unico modo per andare avanti”. Così ad esempio si è espresso Theo Hernández su Twitter, pubblicando una foto che lo immortala in allenamento. Il laterale sinistro sta lavorando per recuperare dall’infortunio alla caviglia.

Altro segnale forte quello di Giacomo Bonaventura che ha trascorso in panchina i 90 minuti a Udine. Il centrocampista rossonero sta lavorando duramente a Milanello in attesa del debutto personale in questa stagione: “Keep calm and work hard… the best is yet to come”, ha scritto Jack su Instagram, mostrando così tutta la sua carica. Energia e fiducia anche dagli assenti, significa respirare aria buona. Poi devono seguire i fatti e i risultati sul campo, ma intanto resta una buona base. Per Jack poi quello di Udine è un campo particolare.

Si tratta dello stadio in cui a fine gennaio 2017, dopo aver segnato un gol, Bonaventura si infortunò gravemente, tanto da dover essere operato a Turku, in Finlandia per il distacco completo del tendine del lungo adduttore sinistro dall’osso. Più che guardare indietro a quell’episodio, Jack, come conferma il suo post, ha voluto guardare avanti, spronare i compagni, invitare tutti alla calma e a non prendere per oro colato la prestazione negativa di Udine (Fonte ACMilan Official App). Intanto, ecco le principali notizie odierne sui rossoneri: continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy