Rivera: “Con me allenatore, telefonini e cuffiette sarebbero vietati”

ULTIME NEWS – Gianni Rivera ha espresso dei concetti che lui attuerebbe qualora fosse l’allenatore di qualche squadra di calcio

di Antonio Tiziano Palmieri
Gianni Rivera, bandiera del Milan

ULTIME NEWSGianni Rivera, ex storico calciatore del Milan, ospite a Dribbling su Rai 2, ha parlato della possibilità di fare l’allenatore, anche oggi che ha 76 anni.

Rivera ha dichiarato: “Con me allenatore, una delle prime cose che farei è quella di togliere telefonini, smartphone, tutte quelle cose che non si capisce perché debbano essere utilizzate nello spogliatoio prima che cominci una partita. Anche durante gli allenamenti quei mezzi bisogna lasciarli a casa, devono avere pazienza. Quando tornano, nessuno glieli ha portati via e li utilizzano per quello che gli piace utilizzarli. Negli spogliatoi mi sembra una cosa assurda quella di entrare a sentire musica, mai successo nella storia del calcio. Il motivo per cui dico ciò è semplice: bisogna fare gruppo ed essere uniti. Non deve mai disgiungersi nel momento in cui si prepara una partita o un allenamento”.

Nel frattempo, sul fronte mercato Milan, la dirigenza rossonera ha avviato in maniera decisa i contatti per un giovane attaccante. Continua a leggere per scoprire di chi si tratta >>

 

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy