Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

INTERVISTE

Milan-Napoli, Altafini: “Gara monca. Ibra? Solo nell’ultima mezzora”

L'intervista di José Altafini su Milan-Napoli a 'Tuttosport' | AC Milan News (Getty Images)

José Altafini, ex attaccante in Italia anche di Milan e Napoli, ha parlato della partita di domenica sera a 'San Siro' e non soltanto

Daniele Triolo

José Altafini, ex attaccante in Serie A di Milan (1958-1965), Napoli (1965-1972) e Juventus (1972-1976), ha rilasciato un'intervista in esclusiva ai microfoni di 'Tuttosport' oggi in edicola. Queste le sue dichiarazioni integrali.

Su Milan-Napoli di domenica sera: «Sarebbe stato più bello per lo spettacolo che si fosse disputata qualche mese fa. Scenderanno in campo due squadre che sono in grossa difficoltà per via degli infortuni. Un incontro con tutti gli effettivi sarebbe stato uno spettacolo per tutti, così sarà una gara un po’ monca».

Sulla risposta che dovranno dare Milan e Napoli dopo gli ultimi risultati. «Quelle che ne trarranno davvero un grosso vantaggio sono Inter e Atalanta. Milan e Napoli si faranno male: almeno una delle due, se non entrambe, per forza di cose, dovrà perdere punti. Così le avversarie nerazzurre ne approfitteranno sicuramente».

Su Stefano Pioli: «Per me si tratta di un allenatore molto bravo, uno che finora ha lavorato davvero bene, ma contro l’Udinese ha sbagliato la formazione, lasciando fuori alcuni dei giocatori migliori, vedi Sandro Tonali. I padroni di casa si sono portati in vantaggio e le seconde linee dei rossoneri hanno fatto fatica contro i friulani, che ne hanno approfittato, arrivando ad un passo dalla vittoria. Il Milan non avrebbe mai recuperato se non ci fosse stato il gol di Zlatan Ibrahimovic, che ha tirato fuori dal cilindro una vera e propria magia. Ora però non facciamo processi a Pioli, non aveva praticamente mai sbagliato negli anni precedenti, doveva arrivare anche il suo turno».

Su Luciano Spalletti: «Anche lui sta facendo bene. E di certo non è colpa sua se i calciatori si fanno male e soffrono infortuni che li costringono a stare fuori. È bravo. Poi io non so se possa riportare o meno lo scudetto a Napoli: i verdetti li espongo dopo febbraio».

Su Ibrahimovic che resta immortale: «Secondo me va utilizzato nell’ultima mezz’ora di gioco, non più dal primo tempo e dall’inizio della partita. Anche con l’Udinese è capitato che non sfruttasse al meglio alcune situazioni nella prima parte di gara, mentre alla fine ha approfittato della stanchezza degli avversari».

Su Victor Osimhen: «Mi piace tantissimo. Per me si tratta della vera forza del Napoli. Con le dovute proporzioni per me il nigeriano sta ai partenopei come Mohamed Salah sta al Liverpool. E la sua importanza vale quella di Kylian Mbappé per il Paris Saint-Germain. Un’assenza pesante per i campani».

Su che Milan-Napoli si aspetta: «Mi viene difficile anche fare un pronostico e prevedere il tipo di gara che potrebbe essere disputata. Se una chiusa, con poche occasioni da rete, o una aperta, con tanti gol. Il risultato finale dipenderà da chi starà meglio».

Su Milan e Napoli nell'ottica della corsa allo Scudetto: «Credo che Inter e Atalanta si contenderanno il titolo. Speriamo però che Milan e Napoli, dopo domenica, non si facciano male. E restino in corsa per lo Scudetto». Milan, Maldini pronto a piazzare un gran colpo in difesa >>>

tutte le notizie di