Milan-Juventus, Sarri: “Ibrahimovic decisivo, noi troppo male in difesa”

Milan-Juventus, Sarri: “Ibrahimovic decisivo, noi troppo male in difesa”

Nel post-partita di Milan-Juventus, Maurizio Sarri ha commentato l’andamento della semifinale d’andata di Coppa Italia. L’intervista completa all’allenatore

di Giacomo Giuffrida, @GG_Giuffrida

NEWS JUVENTUS – Archiviata l’andata delle semifinali di Coppa Italia a San Siro, Maurizio Sarri nel post-partita a Rai Sport ha commentato Milan-Juventus.

Sull’andamento della squadra e sulla partita giocata contro il Milan: “Siamo in una fase in cui facciamo fatica a crescere. Bene in costruzione, mancati negli ultimi 20 metri. Se miglioriamo nel palleggio, miglioreremo. Gol? Circostanze evitabili, oggi cross e palla lenta, facile da difendere. Facciamo fatica a migliorare. Venivamo da sconfitta, abbiamo fatto un buon risultato in vista del ritorno”.

Ancora sui gol subiti: “Se avessi delle risposte certe, si partirebbe da 0-0. Eviterei di prender gol. Stasera non abbiamo attaccato una palla lenta e facilmente difendibile, non andava portato Ibrahimovic in area di rigore. Lui è stato fondamentale nel gol, anche se non la tocca“.

Ancora sulle problematiche della squadra: “Le preoccupazioni vere le ho solo per la salute. E sto bene. E’ impensabile fare una crescita continua, non è possibile nella vita, figuriamoci nello sport. Siamo in un momento in cui la crescita è bloccata. Dobbiamo lavorare sui gol evitabili. Il calcio è cambiato, non si subiscono più pochi gol. Abbiamo preso 2 gol più della miglior difesa del campionato. Possiamo fare di più”.

Sulla prestazione dei centrocampisti: “Ramsey e Pjanic bravi per 60 minuti, erano in crescita. Poi sono calati. Discreta partita di Pjanic. Le uscite da dietro sono state buone, visto il loro pressing e il terreno insidioso. Ci sono mancati gli ultimi 25 metri, Ronaldo lasciato troppo solo per essere incisivo. Lentezza dei centrocampisti? Non sono d’accordo”.

Sull’assenza di Giorgio Chiellini: “È evidente che ci manca, come mancherebbe a tutti. Dà personalità ed energia. Recupero? Dipende da lui. Per ora ha sensazioni di discreto livello. Vedremo prossima settimana”.

Sul futuro tra campionato e Champions League: “Sono tempi lunghi, prima stavamo meglio, ora meno. Difficile da programmare adesso. Dalla partita di stasera traggo indicazioni positive”.

Intanto emergono importanti novità dalla FIGC sul “VAR a chiamata”. Ecco il messaggio inviato ufficialmente alla FIFA: continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy