Shevchenko: “Milan, Pioli ha dato identità. Ibra risponde sul campo”

Shevchenko: “Milan, Pioli ha dato identità. Ibra risponde sul campo”

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – Andriy Shevchenko, ex attaccante rossonero ed oggi C.T. dell’Ucraina, ha parlato del momento della squadra rossonera

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Andriy Shevchenko Ucraina

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWSAndriy Shevchenko, classe 1976, ex attaccante rossonero ed oggi Commissario Tecnico della Nazionale Ucraina, ha parlato in esclusiva ai microfoni de ‘La Gazzetta dello Sport‘ oggi in edicola. Queste le dichiarazioni più interessanti di Shevchenko, in particolare sul Milan.

Sui tanti ex compagni divenuti allenatori

 

“Se me lo aspettavo? Non si sa mai che cosa succede quando il calcio giocato finisce. Ma c’erano tanti fra di noi dotati per decifrare le partite”.

Shevchenko sul ritorno del calcio post-coronavirus

 

“Cinque-sei mesi fa era tutto buio, non sapevamo neppure immaginare quando avremmo ricominciato. Gli stadi chiusi mettono tristezza? Intanto ci siamo ripresi il gioco. La prima cosa è la salute delle persone: andiamo per gradi”.

Sul Milan che gioca meglio senza pubblico

 

“Quando si indossa la maglia del Milan o di un altro grande club la pressione addosso è sempre tanta. E poi, a proposito del rendimento: il Milan era già migliorato prima del CoVid. Nell’anno 2020 ha trovato un suo assetto”.

Sulla scelta della continuità in casa rossonera

 

“Non mi permetto di entrare nei piani della società, dico quello che ho visto. Il Milan è ripartito un anno fa e nel calcio ci vuole tempo. Zvonimir Boban e Paolo Maldini hanno fatto cose giuste, i risultati piano piano sono arrivati. La squadra ha reagito ad un momento di difficoltà e Stefano Pioli ha fatto un ottimo lavoro. Ha dato un’identità, ha conquistato la fiducia del gruppo. Il Milan aveva bisogno di continuità e l’ha trovata”.

Shevchenko sulla permanenza di Maldini

 

“È una decisione sua e sono contento che l’abbia presa”.

Sulla conferma di Zlatan Ibrahimović

 

“Se ha ancora qualcosa da dare, se ha stimoli, lo terrei sempre. In questi mesi ha fatto quello che ci si aspettava, ha giocato con intelligenza e guidato i compagni. Ibra risponde sempre sul campo”.

Shevchenko su Sandro Tonali

 

“Mi pare un giocatore solido, con tanta qualità. Tutti ne dicono un gran bene e può crescere ancora tanto. Nuovo Andrea Pirlo o nuovo Gennaro Gattuso? I paragoni sono tipici del calcio italiano: bisogna saperci convivere”.

Su Andrea Pirlo tecnico della Juventus

 

“Sono molto contento e sono sicuro che farà bene. Con Andrea ho un rapporto speciale, ma quanti amici ormai sulle panchine di Serie A …”.

Sugli amici allenatori per cui tiferà

 

“Non tifo. Io ai miei amici voglio bene. Non faccio preferenze, ma si sa che il Milan ha un posto speciale nel mio cuore”.

Sulla Serie A 2020-2021

 

“La lotta sarà più interessante. Antonio Conte all’Inter sta lavorando bene, la squadra è competitiva. Si è già avvicinata alla Juventus e mi aspetto un campionato più combattuto. Perché c’è sempre la Lazio, c’è il Napoli, c’è l’Atalanta, una squadra incredibile. E poi c’è il Milan che si è rafforzato”.

Sugli obiettivi dei rossoneri di Pioli

 

“Se può lottare per lo Scudetto? Mi pare ancora presto. Credo che l’obiettivo potrebbe essere tornare in Champions League”.

Su cosa manca al Milan per il salto definitivo

 

“Confermare le cose buone di una stagione complicata. Sarà un anno decisivo per poter dire ‘Ci siamo anche noi, possiamo tornare tra i grandi’”. LEGGI LE ULTIME DI GIANLUCA DI MARZIO SU GIGIO DONNARUMMA >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy