Milan, Gravina: “Ibrahimovic-Lukaku? Non servono pene esemplari” | News

Gravina, presidente della FIGC, nell’intervista al Corriere della Sera, è tornato a parlare dello scontro tra Ibrahimovic del Milan e Lukaku dell’Inter

di Salvatore Cantone, @sa_cantone
Lukaku Ibrahimovic Inter-Milan Coppa Italia

Milan, Gravina parla dello scontro Ibrahimovic-Lukaku

 

Gabriele Gravina, presidente della Figc, ha rilasciato un’intervista ai microfoni del Corriere della Sera. Gravina ha parlato anche dello scontro tra Ibrahimovic del Milan e Lukaku dell’Inter: “Non è stato un bello spettacolo, però non parlerei di punizioni esemplari. E chi è pronto a scagliare la prima pietra deve fare un esame di coscienza. In ogni caso le decisioni spettano alla Procura federale”.

Sulla riforma dei campionati giovanili: “Non dobbiamo affrontarla solo in termini quantitativi  cioè quante squadre si tagliano e in quale Lega. Serve un intervento strutturale. Il tema non è la A a 20 o 18. Il principio vincolante deve essere la sostenibilità. Bisogna ridisegnare i principi della mutualità, studiare la flessibilità degli emolumenti e trovare nuove risorse. Il semiprofessionalismo può aiutarci a risolvere il problema. E bisogna raffreddare il sistema delle retrocessioni: tre squadre su quattro che scendono in Lega Pro rischiano di sparire. È una rivoluzione necessaria”.

Sulla riapertura degli stadi: “C’è stato mercoledì un incontro con il CTS per parlare dell’Europeo a Roma. È stato un vertice positivo. Non ci sono preclusioni, neppure per i tifosi delle altre nazioni. Stiamo anche discutendo di una parziale riapertura in campionato. Speriamo che la pandemia non ci giochi un brutto scherzo proprio ora. Sono ottimista, aspettiamo solo l’insediamento del nuovo governo”. Calciomercato Milan: Thauvin, assist a Maldini. VAI ALLA NOTIZIA>>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy