Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

MILAN-BOLOGNA

Milan, Di Vaio: “Ibrahimovic sta riscrivendo la storia. San Siro meraviglioso”

Marco Di Vaio, capo degli osservatori del Bologna (credits: GETTY Images)

Marco Di Vaio, responsabile scouting del Bologna, ha parlato della partita di Serie A contro il Milan e di Zlatan Ibrahimovic. Le dichiarazioni

Renato Panno

Marco Di Vaio, responsabile scouting del Bologna, ha parlato della partita di Serie A contro il Milan, in programma a San Siro lunedì 4 aprile alle ore 20:45. Queste le dichiarazioni ai microfoni di 'Radio Rossonera'.

Su Milan-Bologna di lunedì sera: “Spero in una partita combattuta. Noi veniamo da un momento difficile, ma spero che la terribile situazione capitata nuovamente al nostro mister possa compattare il gruppo. Il Milan sta facendo un grandissimo campionato. Da quando Pioli è arrivato sta facendo un grande percorso di crescita. Noi dobbiamo ritrovarci dopo un’andata molto importante ma un girone di ritorno difficile. Dobbiamo trovare il massimo in ogni partita, speriamo di essere combattivi”

Su Zlatan Ibrahimovic e sulla sua longevità: “Sta facendo qualcosa di straordinario. Da un giocatore distaccato e mentalmente molto solido come ha sempre mostrato di essere è stato strano, quasi paradossale, sentire le sue parole sulla paura di ritirarsi. In ogni caso sta riscrivendo la storia da questo punto di vista, per qualità, per quello che mette in campo, per come sta riuscendo a rinnovarsi negli stimoli a 40 anni e per quello che riesce a dare alla squadra. Anche fuori dal campo resta un punto fermo, pur giocando di meno. Penso che sia un giocatore straordinario, con una carriera incredibile e se dovesse vincere lo scudetto a questa età farebbe davvero qualcosa di grandioso.”

Sui tanti promettenti giovani del Bologna: “Sono davvero soddisfatto dalla crescita dei giocatori. Da quando è arrivato mister Mihajlovic abbiamo avuto un cambio strategico, investendo molto di più su questa tipologia di ragazzi, e devo dire che tutti loro, chi più chi meno, si è ritagliato uno spazio importante nella nostra squadra. La crescita dei giovani richiede pazienza e impegno. Vanno accompagnati, più mentalmente che tecnicamente in realtà, devono fare esperienza e giocare. Il mister su questo ha dato un grande aiuto. Abbiamo giocatori interessanti, che possono tutti lasciare una traccia in questo finale di campionato. In questo momento stiamo soffrendo un po’ davanti, quindi magari quelli che possono migliorare in questo finale sono Barrow o Orsolini.”

Sull’atmosfera che si crea in un San Siro gremito: “È meraviglioso. La prima volta a San Siro è stata una delle emozioni più belle della mia carriera. L’ho visto spesso e volentieri gremito ed è una sensazione unica. Da calciatore ti fa crescere molto una situazione così. Se giochi bene in una piazza del genere acquisisci davvero molte certezze”. Le Top News di oggi sul Milan: Gareth Bale torna di moda, piccola beffa per Stefano Pioli

Le ultime notizie sul Milan anche su Google News: CLICCA QUI E SEGUICI

tutte le notizie di