Maldini: “Vi presento Brahim Díaz. Ibrahimovic un campione. Sul calendario …”

Maldini: “Vi presento Brahim Díaz. Ibrahimovic un campione. Sul calendario …”

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – Paolo Maldini, direttore tecnico rossonero, ha parlato ai microfoni di ‘Sky Sport’ al termine della presentazione del calendario

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Paolo Maldini Milan

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWSPaolo Maldini, direttore tecnico rossonero, ha parlato ai microfoni di ‘Sky Sport‘ al termine della presentazione del calendario di Serie A 2020-2021. Queste le dichiarazioni di Maldini.

Sul calciomercato del Milan

 

“Il mercato è partito ieri, ma ci siamo portati avanti appena era finito il campionato. La più difficile è stato il rinnovo di Zlatan Ibrahimovic, che era la nostra priorità. Le altre sono nate strada facendo, anche inaspettatamente. Siamo stati pronti”.

Su Brahim Díaz

 

“Brahim Díaz può variare su tutte e tre le posizioni sulla trequarti, può fare la differenza”.

Su Milan-Bologna all’esordio in campionato

 

“Mi ricordo il 2008, l’esordio di campionato col Bologna. A fine partita mi chiamò Carlo Ancelotti per parlare della situazione, non era stata una delle nostre migliori partite. Speriamo di far meglio di quella volta”.

Su Zlatan Ibrahimovic

 

“Sull’importanza di Zlatan abbiamo già parlato, i risultati sono chiari. Non è importante solo in campo, ma è importante anche per la competitività che ha portato a Milanello. È un campione e lo sarà sempre. Ha 38 anni e lo sappiamo tutti, ma io ho vinto la mia ultima Champions a 39 anni, vincendo anche il premio come miglior difensore, immeritatamente”.

Sull’obiettivo del Diavolo

 

“Non è un obiettivo dichiarato tornare in Champions, ma deve esserlo. Anche gli sforzi della proprietà sono mirati a migliorare la posizione in classifica. L’idea è rientrare nelle prime quattro. Cambierebbero poi tante cose dal prossimo anno. Non è obiettivo dichiarato, ma il Milan non può non pensare di competere per i primi quattro posti”.

Sulla scelta del Milan di puntare sui ragazzi

 

“Anche i giovani non sono tutti uguali, alcuni sono pronti prima e altri hanno bisogno di più adattamento. La linea tracciata è chiara: non esiste un modello di squadra che ha avuto successo solo con i giovani. Gli investimenti sono mirati per aiutare i ragazzi a crescere. Abbiamo indicazioni sportive ed economiche, il nostro monte ingaggi scende ormai da due anni. Se accompagneremo a queste scelte, anche i risultati all’altezza del Milan avremo fatto un buon lavoro”.

Sul calendario

 

“Avremo la seconda a Crotone, poi lo Spezia, poi Inter e Roma. Il “problema” è che giochiamo i preliminari di Europa League il 17 settembre contro una squadra che viene da due mesi di campionato. Sarà difficile abbinare una competizione importante che ti fa rimanere dentro o fuori con una partita secca. Speriamo di entrare in forma giocando. L’anno scorso abbiamo perso due derby, la seconda partita in modo clamoroso, giocando molto meglio. Il gap con l’Inter sembrava aumentato, ora vediamo …”.

LEGGI QUI LE PRIME DICHIARAZIONI DI BRAHIM DÍAZ DA ROSSONERO >>>

GUARDA QUI IL CALENDARIO COMPLETO DELLA SERIE A 2020-2021 >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy