Lotito: “Penso al bene del calcio. Decreto illogico, ecco perché”

Claudio Lotito, Presidente della Lazio, ha parlato della ripresa di allenamenti e campionati nonostante il coronavirus, e attaccato il Decreto Ministeriale

di Giacomo Giuffrida, @GG_Giuffrida
Claudio Lotito Lazio

ULTIME NEWS – Le dichiarazioni del Presidente della Lazio Claudio Lotito al TG2 sul coronavirus: “Dobbiamo partire da un presupposto cioé che sappiamo con certezza che il virus non scomparirà in poco tempo quindi bisognerà imparare a conviverci. Quello che conta di più è far capire l’importanza del ruolo sociale del calcio. Se il calcio non dovesse partire avremmo danni gravi, irreparabili, per centinaia e centinaia di milioni”.

Poi polemizza con il Decreto della Fase 2: “Il Decreto del Presidente del Consiglio è illogico: un giocatore di sport individuale si può allenare nei centri sportivi, quelli che praticano sport di squadra non si potranno allenare. Troveremo Immobile e Dzeko a Villa Borghese, Insigne sul lungomare Michelangelo. La cosa è assurda. Al di là della nostra posizione in classifica – conclude Lotito -, io ho sempre cercato di evitare un danno irreparabile al sistema, che è inteso come tifosi e come sistema calcio nella sua totalità”. Ma ieri si è espresso direttamente il Comitato Medico della FIFA >>>

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy