MILAN NEWS

Eranio: “Milan, serve uno sforzo. Kessie merita quello che chiede”

Stefano Eranio, ex centrocampista dell'AC Milan (credits: GETTY Images)

Stefano Eranio, ex giocatore del Milan, ha rilasciato un'intervista alla Gazzetta dello Sport. Ecco cosa ha detto

Salvatore Cantone

Stefano Eranio, ex giocatore del Milan, ha rilasciato un'intervista ai microfoni della Gazzetta dello Sport. Ecco cosa ha detto: "Perchè il Milan deve investire a gennaio? Perché ci sono due reparti, difesa e centrocampo, dove Pioli si trova numericamente in difficoltà. E la variabile Covid, con l’aumento dei contagi negli ultimi tempi, può incidere anche più degli infortuni. Serve una rosa attrezzata, al momento solo l’Inter può stare tranquilla in questo senso".

Botman è l’uomo giusto per sostituire Kjaer?

«Sarebbe un bellissimo acquisto, il titolare del futuro. È giovane ma ha già fatto esperienza vincendo in Ligue 1, è un ottimo marcatore ma sa come giocare la palla e iniziare l’azione nel modo giusto, come tutti i difensori di scuola Ajax. E si integrerebbe bene con Tomori. Storicamente il Milan ha puntato su profili di questo tipo e ha fatto centro».

In A vede alternative?

«Darei una chance a Rugani, fin troppo sottovalutato negli ultimi anni. Resta un ottimo centrale, molto intelligente, ha “pagato” il fatto di giocare tra numeri uno: quando hai davanti i più forti al mondo, non è facile farti spazio».

Passiamo al centrocampo. L’assenza di Kessie e Bennacer in Coppa d’Africa complicherà le cose. Basterebbe anticipare l’arrivo di Adli?

«Adli mi piace, ha fatto vedere di poter giocare in tutte le zone del centrocampo. Darebbe sicuramente una mano. Non sarei netto sul bocciare Bakayoko: anche nella prima esperienza al Milan faticò all’inizio. È un diesel, ha bisogno di continuità: chissà che con più minutaggio e fiducia, a gennaio non possa essere lui il vero rinforzo. Molto dipenderà anche da Pioli, e da come saprà riadattare gli uomini a disposizione: se passasse a un centrocampo a tre, ad esempio, vedrei bene Saelemaekers mezzala. Anche se il punto centrale resta un altro...».

Quale?

«Il rinnovo di Kessie. Se lo perdi, perdi il 50 per cento del centrocampo. Il Milan e Pioli gli stanno dimostrando tutta la stima del mondo, ma abbiamo visto che con Gigio e Calha non è bastato. Le richieste del giocatore sono alte, ma in una rosa dove Ibra guadagna 7 milioni a 40 anni, penso che Kessie meriti quello che chiede. Uno sforzo economico ci sta, non si possono perdere a zero tre punti fermi in due anni...».

Kolo Muani la convince?

«Punterei su Scamacca. Ma Maldini e Massara si sono mossi molto bene in questi anni, mi fido delle loro intuizioni». Intanto si continua a cercare un difensore >>>

tutte le notizie di