CONI, Malagò: “Coronavirus? Il calcio si adegui alla realtà del Paese”

CONI, Malagò: “Coronavirus? Il calcio si adegui alla realtà del Paese”

Giovanni Malagò, Presidente del CONI, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di ‘TGcom 24’: ecco le sue parole sugli sconvolgimenti dei calendari sportivi

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Giovanni Malagò CONI

NEWS SERIE AGiovanni Malagò, Presidente del CONI, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di ‘TGcom 24‘. Queste le dichiarazioni di Malagò sugli sconvolgimenti del calendario di Serie A a causa della diffusione del coronavirus nel nostro Paese.

“Il calcio si deve adeguare a quella che è la realtà sotto gli occhi del Paese, non può andare avanti da solo. Si deve navigare il più possibile a vista cercando di fare una programmazione”, ha spiegato Malagò. Le Olimpiadi di Tokyo 2020 sono a rischio rinvio? “Ho un unico riferimento, che è il CIO (Comitato Olimpico Internazionale, n.d.r.). Parlo quotidianamente con Losanna, non c’è nessuna controindicazione da parte del CIO”, ha affermato il numero uno del CONI.

“Poi se gli organi istituzionali del Giappone dicono altro io, come Presidente del CONI, devo comunque basarmi su quello che mi dice il CIO. Non posso fare un discorso solo su una disciplina e non tener conto delle altre – ha sottolineato Malagò -. Ieri si è giocata Olimpia Milano-Real Madrid di Eurolega di basket a porte chiuse a Milano. Parlo di basket ma ci sono decine di situazioni che si stanno svolgendo. E non avete idea delle complicazioni per gli atleti in giro per il mondo con tutte le complicazioni. Credo che tutte le discipline debbano avere la stessa considerazione”.

Quando tornerà a giocare il Milan la prossima partita del campionato di Serie A? Per le ultime notizie in merito, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy