Gazidis, dopo un anno e mezzo sta nascendo il ‘suo’ Milan

Gazidis, dopo un anno e mezzo sta nascendo il ‘suo’ Milan

MILAN NEWS – Dopo gli addii di Leonardo e Boban, e quello quasi certo di Maldini, prende sempre più forma il Milan di Ivan Gazidis

di Antonio Tiziano Palmieri
Ivan Gazidis, CEO del Milan, @ECAEurope

MILAN NEWS – Arrivato al Milan nel dicembre 2018, Ivan Gazidis pian piano ha acquisito sempre più poteri decisionali all’interno del club rossonero.

Sostenuto a gran voce dalla proprietà Elliott, l’ex Arsenal, ha iniziato ad occuparsi anche dell’ambito sportivo, oltre a quello economico. Originariamente infatti, il ruolo di Gazidis prevedeva soltanto un rilancio dei conti del club, e un risanamento del bilancio. A dire il vero, per entrambe le cose, non si sono visti dei miglioramenti, tant’è che alcuni sponsor hanno addirittura interrotto la collaborazione con la società di via Aldo Rossi. Si è sempre parlato però, di un Gazidis che non potesse decidere in pieno visto che ha avuto a che fare con i vari Leonardo, Paolo Maldini e Zvonimir Boban, non proprio dei suoi uomini fidati.

Ma adesso che anche l’ex capitano del Diavolo sembra avere un piede e mezzo fuori dalla società, sta per nascere il Milan di Gazidis. L’AD rossonero potrà in solitaria scegliere l’allenatore (tutto gli indizi portano a Ralf Rangnick), e con esso fare il mercato cercando di contenere costi di cartellino e ingaggio. Dopo un anno e mezzo, il dirigente sudafricano avrà una piena chance al Milan, e sarà finalmente “giudicabile” al 100% dalla critica.

Ma può, il solo Gazidis, gestire contemporaneamente la filiera del club che si occupa dei conti e quella che si occupa del campo? Molti tifosi, e non solo loro, hanno dei dubbi al riguardo. Il fatto è semplice: la poca conoscenza maturata ancora del calcio italiano e della lingua italiana possono essere dei grandi ostacoli. Tutto questo perché comunque il Milan si trova a competere nel calcio italiano (per le coppe europee vediamo come andrà a finire la stagione 2019/2020).

Dunque, il disegno voluto da Elliott è chiaro: pieni poteri a Gazidis per un rilancio del club, sia economico che sportivo, che dovrà dare i suoi frutti nel giro dei prossimi 3-4 anni. Si punta ai giovani da far crescere e si punta alla costruzione del nuovo stadio di San Siro. Paolo Scaroni resterà nel club come Presidente, ma sempre con compiti marginali e di sola rappresentanza.

Sul fronte mercato, Gazidis a breve incontrerà Zlatan Ibrahimovic per discutere del suo futuro. Per saperne di più al riguardo, clicca qui >>

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy