Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

ESCLUSIVA MILAN

Milan, Piotti: “Dybala non serve, ecco perché. Non capisco Kessie” | Esclusiva

Ottorino Piotti, ex portiere rossonero, ha parlato in esclusiva ai microfoni di Pianeta Milan (Getty Images)

Ottorino Piotti, portiere del Milan negli anni Ottanta, ha parlato della lotta scudetto, di calciomercato e del paragone Donnarumma-Maignan

Redazione

Ottorino Piotti, portiere del Milan negli anni Ottanta, ha parlato della lotta scudetto, di calciomercato e della differenza tra Gianluigi Donnarumma e Mike Maignan. Queste le dichiarazioni rilasciate, in esclusiva, ai microfoni di PianetaMilan.it.

Il Milan è la favorita numero uno per lo scudetto? “Numero uno non lo so, non saprei fare previsioni. Fino a un mese fa era l’Inter. Ci andrei con i piedi di piombo”.

In ottica primato teme maggiormente Inter o Napoli? “Temo di più l’Inter. Se vince contro la Juve, rientra corsa totale per il tricolore”.

L’ha sorpresa il rendimento di Maignan? “Per me è stata una sorpresa. Non ha fatto rimpiangere Donnarumma, mica l’ultimo degli arrivati!”.

A suo avviso il Milan è più competitivo con Maignan o con Donnarumma? “Sono sullo stesso livello. Il Milan non ci ha perso senza di lui”.

Dal suo punto di vista ha sbagliato a lasciare il Milan? “Sì, per me ha sbagliato. Poteva diventare il capitano del Milan, club in cui era nato e cresciuto. Non capisco perché scegliere di andare in Francia…”.

E Kessie? “Non comprendo perché abbia scelto di andare via dal Milan in questo momento. Lasciare i rossoneri, ora come ora, è complicato: il Milan è tornato, a tutti gli effetti, un club di vertice”.

Ibrahimovic fa ancora la differenza? Andrebbe rinnovato? “Sono scelte che spettano alla società. Tuttavia l’età pesa. Non so se, sul lungo termine, potrà continuare a rendere a alti livelli”.

Tra i nomi accostati al Milan figura anche Berardi: lei lo acquisterebbe? “Sì, lo prenderei. Se non a cifre esagerate, ovviamente. Però seguirei la linea adottata sin qui…”.

Ossia? “Bisogna comprare calciatori giovani e italiani. Soprattutto “in sordina”. I più grandi colpi degli ultimi anni testimoniano ciò”.

Al Milan occorrerebbe un calciatore come Dybala? “Secondo me al Milan un calciatore così non serve”.

Per quali ragioni? “Perché è un esubero della Juventus. In questa fase storica, il Milan non ha bisogno di giocatori del genere. Prendere giovani e italiani”. Vice Theo, nuova e stuzzicante idea del Milan sul mercato >>>

Le ultime notizie sul Milan anche su Google News: CLICCA QUI E SEGUICI

tutte le notizie di