ESCLUSIVA – Fontana: “Lovato al Milan? L’interesse c’è. Ecco quanto costa”

ULTIME NOTIZIE MERCATO MILAN – Matteo Fontana, giornalista della Gazzetta dello Sport, è intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni per parlare di Matteo Lovato

di Alessio Roccio, @Roccio92
Matteo Lovato Hellas Verona

Intervista esclusiva con Matteo Fontana

 

ULTIME NOTIZIE MERCATO MILAN – Matteo Fontana, giornalista della Gazzetta dello Sport, del Corriere di Verona e di Hellas1903.it, è intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni per parlare del difensore gialloblù Matteo Lovato e del suo possibile trasferimento al Milan.

Un punto sul possibile passaggio di Lovato al Milan: “I punti fermi sono quelli già ampiamente delineati da Carlo Laudisa sulle pagine della Gazzetta. E’ un giocatore seguito dal Milan, soprattutto dopo che i rossoneri hanno cominciato questa politica di ‘svecchiamento’ della rosa. Lovato è un profilo interessante, nonostante abbia fatto solo poche presenze in Serie A. Ha una valutazione di 15 milioni, ma è chiaro che il Verona non lo cederà facilmente già a gennaio. Qualche chiamata c’è già stata, il Milan ha fatto un piccolo passo, ma vedremo nelle prossime settimane se si capirà maggiormente. Dipenderà anche dal suo rendimento se continuerà ad essere questo o meno”.

Di che tipo di giocatore si tratta: “E’ un ragazzo molto talentuoso, giovane e di prospettiva. E’ un difensore forte fisicamente, di stazza, bravo nei colpi di testa e nelle uscite palle al piede. E’ già migliorato sotto tantissimi punti di vista in questi ultimi mesi. Lui è un difensore centrale, ma ha una capacità di muoversi sia centralmente che più laterale. La mia sensazione è che lui, a differenza di Kumbulla, possa adattarsi e giocare meglio in una difesa a 4. E’ un ragazzo molto concentrato e bravo nell’apprendimento”.

Pensi possa essere, nell’eventualità, un’operazione stile “Rrahmani-Napoli”? “E’ un’ipotesi. Sia Rrahmani che Amrabat lo scorso anno sono stati ceduti a gennaio per due fattori: pagamento immediato (cash) e la permanenza dei calciatori fino al termine dell’annata. Su queste basi anche l’operazione Lovato-Milan prenderebbe maggior forza e credibilità. Naturalmente parliamo di una prospettiva in cui da qui a gennaio può succedere di tutto, ma l’interessamento del Milan è un segreto di Pulcinella”.

Qualche aneddoto su Lovato: “E’ davvero un ragazzo di grandissima serietà che non consente molto a livello di gossip. E’ un bravo studente da quanto mi risulta e non si presta a voci particolari. Qui a Verona non abbiamo ancora avuto modo di conoscerlo bene perché è arrivato solo a gennaio. Arrivò dal Padova di fatto per fare lo ‘stagista’ perché si pensava che dovesse essere girato in prestito oppure che continuasse la stagione coi biancoscudati. Poi però il ds Tony D’Amico, che di fatto rappresenta il suo mentore, e Juric decisero di portarlo a Verona. Dopo il lockdown ha avuto questa importante occasione, per un breve spezzone, contro l’Atalanta il 28 luglio (1-1 ndr) che impressionò davvero tutti. Tenne testa a Duvan Zapata sul piano del fisico, non parliamo di un fuscello. Poi però ebbe dei problemi ad un ginocchio e non ebbe più spazio”.

Sul suo rapporto con Juric: “Sì, Juric ha sempre valorizzato i giovani. Ha un ottimo rapporto coi ragazzi con cui vede una buona predisposizione al lavoro. E’ già accaduto in passato con Pellegri, Romero e Salcedo al Genoa. Lovato sta dando eccellenti risposte e non c’è dubbio che il ragazzo è in debito col suo allenatore, perché oggi non è facile trovare un allenatore che punti sui giovani soprattutto italiani. Lovato andando avanti così sarà certamente uno dei nomi più importanti del mercato di gennaio. Ripeto il Milan c’è, anche perché ha ottimi rapporti con la dirigenza del Verona e con Beppe Riso che è il suo agente”.

LEGGI QUI TUTTE LE INTERVISTE DI GIORNATA SUL NOSTRO SITO>>>

TUTTE LE ULTIME NEWS DI MERCATO>>>

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy