Empoli-Milan femminile (Serie A): formazioni e dove vederla

SERIE A FEMMINILE – Domani, sabato 10 Ottobre, alle 15.00 il Milan di Maurizio Ganz affronterà l’Empoli Ladies, per cercare di riscattare la sconfitta con la Juventus. Formazioni, diretta e dove vedere la partita

di Redazione
empoli-milan-femminile-serie-a

EMPOLI-MILAN FEMMINILE

SERIE A FEMMINILE – 5^ giornata di campionato per il Milan femminile. Domani, sabato 10 ottobre, le Rossonere faranno tappa alle ore 15.00 al Centro sportivo Monteboro. Quella con l’Empoli Ladies sarà una sfida stellare, ma anche un’occasione di riscatto dopo la sconfitta con la Juventus. 

DOVE VEDERLA: diretta su TIMVISION e Milan TV (disponibile su DAZN)

CLASSIFICA E PROSSIMO TURNO: CLICCA QUI

PROBABILI FORMAZIONI:

EMPOLI LADIES(4-3-3): Fedele; Di Guglielmo, Binazzi, Giatras, De Rita; Cinotti, Knol, Prugna; Glionna, Polli, Dompig. Allenatore: A. Spugna

MILAN (4-3-1-2): Korenciova; Bergamaschi, Agard, Fusetti, Tucceri; Mauri, Jane, Grimshaw; Longo; Giacinti, Dowie. Allenatore: M. Ganz

 

PARTITA STELLARE

La partita che sabato coinvolgerà le rossonere vedrà sfidarsi due squadre che si trovano ai vertici della classifica di Serie A femminile, appaiate entrambe a 9 punti. Proprio come nell’ultimo incontro, solo che stavolta l’avversario delle ragazze guidate da Ganz sarà l’Empoli, la squadra probabilmente più in forma del campionato dopo la capolista Juventus.

 

IL MILAN FEMMINILE CERCA RISCATTO

Con 5 giorni di differenza, il Milan passerà da giocare a San Siro, che ha una capienza di 80.018 posti, al Centro sportivo Monteboro, che ne conta appena 1.000: praticamente un altro sport, nonostante gli stadi chiusi. Ci auguriamo però che alle rossonere non mancheranno le motivazioni: il prestigio dell’avversario e la voglia di rivalsa dopo la sconfitta amara rimediata contro la Juventus saranno sufficienti a dare gli stimoli necessari a realizzare l’ottima prestazione che richiede il match per ottenere un buon risultato?

 

ATTACCO VS DIFESA

Ciò che in questo inizio di campionato ha dato maggiori soddisfazioni ai tifosi rossoneri è stato il reparto difensivo: la solidità e la sicurezza dimostrate da Fusetti e compagne sono diventate un marchio di fabbrica del club di via Aldo Rossi.

Il Milan, con soli due gol subiti, detiene infatti la difesa migliore della competizione.

La retroguardia rossonera tuttavia non potrà dormire sonni tranquilli, poiché sabato si dovrà confrontare con l’attacco più prolifico del campionato, con ben 18 gol (sì, avete letto bene) segnati in quattro partite.

L’Empoli, con il suo gioco spettacolare, dopo aver demolito San Marino con il punteggio di 10-0, ne ha fatti 3 alla Juventus (perdendo poi 4-3), 2 alle Giallorosse e 3 al Bari.

Una media monstre che mette i brividi solo a guardarla, ma che speriamo di poter rovinare con un’eccellente prova difensiva. Magari conseguendo un cleansheet.Missione impossibile? Certo che no, come dice Giacinti: “Impossible isnothing”, soprattutto se ti chiami Milan.

EMPOLI LADIES

La formazione toscana ha numerose armi a disposizione, nonostante un’assenza pesante come quella di Bellucci. In particolare, in questo inizio di campionato si è messa in mostra Elisa Polli, ventenne attaccante della Nazionale italiana U23, che ha già scritto il suo nome nel tabellino dei marcatori della Serie A 5 volte.

Aurora De Rita, terzino con il vizio del gol e compagna di squadra della giovane bomber empolitana, ne ha parlato in termini entusiastici dopo la sfida contro il Bari: “Non esiste un’attaccante con le sue caratteristiche in Italia. È fantastica nel tenere palla, anche quando sembra in ritardo su un passaggio lei comunque riesce ad arrivarci E la palla non gliela porti via. Mai. Spalle alle porte è unica. Inoltre prende tante botte eppure non la vedi mai lamentarsi.”

Spostando l’attenzione su di sé, ha dichiarato di ispirarsi a Sergio Ramos e Chiellini, perché “Sono due difensori ‘ignoranti’ “.

Le ragazze che compongono la difesa rossonera hanno il privilegio di non dover guardare lontano per trovare degli esempi da seguire. In poche parole, il 3 e il 6 del Milan hanno scritto una pagina di storia, e si sono distinti non per l’ignoranza ma per l’eleganza. Questo però alle nostre avversarie non lo diciamo…

UNO SGUARDO ALLA CLASSIFICA

In ogni caso, sabato la priorità sarà ovviamente vincere, per consolidare la posizione in classifica, sperando in un passo falso della Juventus contro la Fiorentina. Per arrivare con il morale alto ad uno degli incontri più affascinanti della stagione: il derby del prossimo 18 ottobre contro l’Inter.

Giovanni Picchi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy