Udinese-Milan, Pioli: “Recupero Rebic, Castillejo non convocato. Vi spiego”

ULTIME NOTIZIE CONFERENZA MILAN PIOLI – Alle 14, a Milanello, il tecnico Stefano Pioli introduce in conferenza stampa i temi principali di Udinese-Milan

di Renato Panno, @PannoRenato
Conferenza AC Milan-Verona Pioli Live

AC MILAN NEWS –  Ecco la conferenza stampa integrale di Stefano Pioli prima di Udinese-Milan, 6^ giornata di Serie A. La partita è in programma per domani, domenica alle 12.30. Diretta tv su DAZN. (Attiva ora l’abbonamento e guarda Udinese-Milan). 

Su Ibrahimovic: “Zlatan sta bene, volenteroso e voglioso come tutti gli altri di scendere in campo e dare il massimo”.

Sul recupero di Gabbia: “Matteo ha fatto molto bene. Mi auguro che possa riprendere presto la condizione anche se domani non sarà con noi”.

Questo Milan le ricorda più “Licenza di uccidere” o “Mai dire mai”? “Ho sempre amato Sean Connery. Noi dobbiamo essere una squadra che non si arrende mai, quindi Never say never ci sta”.

Se c’è un aspetto che tattico che sorprende: “Mi piace quando la squadra va in campo con le idee chiare ed entusiasmo. Le strategia cambiano perché cambiano gli avversari, ma la squadra sta dimostrando di sapere leggere le situazioni”.

Su Saelemaekers: “Dobbiamo puntare su questa situazione, siamo una squadra giovanissima e lavoriamo perché possano crescere. Giusto sottolineare i suoi progressi, abbina qualità e quantità. Deve essere ancora più preciso in alcune situazioni. Deve continuare così”.

Sul segreto del Milan: “Lavorare con entusiasmo. I miei giocatori lo stanno facendo e dobbiamo continuare”.

Su Brahim Diaz -Calhanoglu e Rebic dietro Ibra: “E gli altri dove li mettiamo? Sto pensando a tutto. Brahim sta crescendo tanto, ha messo intensità e qualità. Sono soddisfatto del suo momento, degli allenamenti e delle sue partite. Per le posizione dei giocatori dipende da quello che vogliamo sfruttare, scelgo le caratteristiche in base alla partita”.

Su Castillejo: “Ha avuto un piccolo affaticamento muscolare e quindi non lo abbiamo voluto rischiare”.

Sul doppio play Bennacer-Tonali anche in Serie A: “Ho quattro centrocampisti complementari, non ci sono coppie fisse. È importante saper fare entrambi le fasi, sanno muoversi e sanno leggere gli spazi. Partita e partita schiereremo quelli giusti per la singola gara”.

Sullo scudetto: “Se i miei giocatori sono convinto di essere forti è bene che sia così. Domani abbiamo una opportunità per dimostrarlo. Dobbiamo essere convinti, dobbiamo essere entusiasti. Dobbiamo vincere e divertirci, questo è il nostro obiettivo”.

Su Gabbia e Musacchio: “Gabbia non sarà a disposizione domani, mi auguro ci sia con il Lille. Siamo stati molto corti dietro, ho costretto Romagnoli e Kjaer di giocare tanto. È bene avere più giocatori a disposizione. Musacchio sta lavorando, dovremo aspettare fino alla sosta”.

Su Rebic: “Rebic ha fatto bene gli ultimi due allenamenti e domani sarà disponibile. Partirà dalla panchina, potrà fare uno spezzone di partita”.

Su Rafael Leao: “La cosa che ci interessa è vedere una crescita costante come la sua. Non si deve accontentare perché ha un potenziale importante. L’altra sera ha fatto un gol ma poteva farne tre. E’ all’inizio di un percorso, è giusto aspettarsi passi avanti ma è giusto avere pazienza. La cosa importante è che un giocatore di sforza per migliorare e lui lo sta facendo”.

Se il Milan sarà pronto ad affrontare le difficoltà future: “Non mi piace ragionare così, dobbiamo pensare partita per partita. Noi pensiamo a giocare sempre al massimo e a vincere ogni partita. Se non riusciremo faremo le nostre valutazioni, ma la mentalità è sempre quella di dare il massimo”.

Sullo scetticismo che c’è ancora sul Milan: “Ognuno esprime la propria opinione, a noi interessa dare il massimo partita per partita. L’ambiente calcio è senza equilibri e noi dobbiamo averne. Ci interessa soltanto giocare bene. Giusto accettare le critiche, ma noi dobbiamo dimostrare di essere competitivi”.

Sulla continuità: “La partita di domani è la più importante. Le partite non si vincono mai sulla carta, tutte le partite valgono tre punti. Siamo in testa e vogliamo rimanerci anche dopo la partita di domani”.

Se è stupito di questo Milan: “Non sono stupito perché ho avuto sempre grande fiducia nei miei ragazzi. Speravo in questa crescita, poi è chiaro che difficilmente qualcuno poteva pensare a questi risultati. So che abbiamo qualità ma arriveranno le difficoltà. L’Udinese è una squadra forte che ha raccolto meno di quanto seminato”.

Su Bennacer: “Alzare il livello di competitività non permette cali di tensione. Per noi questa situazione va bene perché giochiamo spesso. Sapere che se non giochi bene c’è un compagno pronto ti permette di stare sempre sul pezzo. Credo che lui ha avuto tanti vantaggi dal nuovo sistema di gioco. E’ cresciuto, è un ragazzo molto motivato e positivo. Mi auguro continui così perché è molto giovane e ha ancora margini di miglioramento”.

Sulla felicità di Dalot di essere al Milan: “Significa tanto perché vuol dire che ci sono i giusti comportamenti. Siamo in un momento positivo e dobbiamo cercare di sfruttarlo. E’ bello che i miei giocatori stiano bene”.

ULTIME NOTIZIE CONFERENZA MILAN PIOLI – Amici di ‘PianetaMilan.it‘, benvenuti a Milanello dove tra poco, alle ore 14:00, il tecnico rossonero Stefano Pioli introdurrà, in conferenza stampa, i temi principali di Udinese-Milan. La gara, in programma domani alle 12:30, è il ‘Lunch Match‘ della 6^ giornata di Serie A. Restate con noi per non perdervi neanche una dichiarazione live di Pioli in conferenza alla vigilia di Udinese-Milan!

LE DICHIARAZIONI DI DALOT >>>

LE DICHIARAZIONI DI CALABRIA >>>

MILAN, BOOM DA 200 MILIONI: LA LINEA ELLIOTT FUNZIONA >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy