Derby Inter-Milan, Pioli in conferenza: “Ibrahimovic è ok, Rebic mancherà”

CONFERENZA MILAN PIOLI LIVE – Stefano Pioli, tecnico rossonero, introduce i temi principali di Inter-Milan, in programma domani alle ore 18:00 a San Siro

di Renato Panno, @PannoRenato
Conferenza Udinese-AC Milan Pioli Live

CONFERENZA MILAN PIOLI

DERBY INTER-MILAN– Si avvicina Inter-Milan, big match della 4^ giornata di Serie A. Appuntamento per il fischio di inizio del derby, domani alle ore 18.00. Ecco i temi toccati dal tecnico rossonero Stefano Pioli in conferenza stampa. Ibrahimovic, Conte e l’assenza di Rebic, ma anche le ultime di formazione. Ecco la diretta con le dichiarazioni di Pioli:

Se è importante l’assenza di Rebic: “Sì, perché stiamo parlando di un giocatore che è stato determinante in tante partite, attraverso l’attacco in profondità e la collaborazione con Ibrahimovic. E’ un giocatore importante, ma sicuramente ne ho tanti a disposizione”.

Se l’inizio di stagione è importante come stimolo per il derby: “Le tre vittorie sono state giudicate facili, ma niente è mai facile. Abbiamo dovuto avere qualità e ritmo. Importante passare ai preliminari ed è ovvio che il ritorno di Ibra è uno stimolo in più”.

La differenza con l’ultimo derby: “Abbiamo un’identità più precisa. Conoscenza superiore e giochiamo da più tempo insieme”.

Sulle differenze tra Pioli e Conte: “Non invidio Conte, l’invidia non mi appartiene. Le differenze tra me e Conte non so dirle. I colleghi li conosco per come studio le loro strategie ma non personalmente. Non posso dare dei giudizi”.

Su Kjaer: “L’apporto che sta dando è di alto livello. E’ un professionista ineccepibile ed è molto intelligente. Il ritorno di Romagnoli ci permette di ritrovare quei meccanismi sui quali abbiamo lavorato. Sono contento del rientro di Romagnoli”.

Su che tipo di partita si aspetta: “Dobbiamo essere molto lucidi domani sera. Capire quando andare in pressione e quando temporeggiare. I giocatori devono leggere le situazioni in campo, ma rimane l’atteggiamento di sempre, intenso e non di attesa”.

Sul gap ridotto come detto da Donnarumma: “Sono sempre d’accordo con i miei giocatori, perché se dicono una cosa vuol dire che la pensano. Adesso dobbiamo dimostrarlo sul campo”.

Sull’Inter: “Abbiamo lavorato molto su noi stessi. E’ un’Inter fortissima, ma può avere dei punti deboli come tutte le squadre”.

Su Rebic: “Non sarà disponibile per domani e dovrà fare un altro controllo la prossima settimana. E’ stato un infortunio delicato, aspettiamo la settimana prossima per capire i tempi di recupero”.

Su Hauge: “Una buonissima impressione. E’ un ragazzo sveglio, ha velocità e tecnica ed è un giocatore moderno. Capisce già la lingua abbastanza bene”:

Sulla pausa delle nazionali: “La società e i giocatori si sono resi disponibili con le loro federazioni. Abbiamo lavorato bene comunque e siamo alla pari dei nostri avversari”.

Sul derby che serve per avere delle conferme: “Tutte le partite servono per avere conferme. Anche questa ci vedrà contro un avversario forte e ci farà capire dove possiamo crescere e a che livello siamo. Dalla partita scorsa abbiamo avuto degli insegnamenti, abbiamo capito che basta mollare un attimo per avere degli schiaffi importanti”.

Su Ibrahimovic: “Ha avuto il problema, ma l’ho trovato come il primo giorno, generoso e trascinatore. Sta bene, è pronto per giocare. Non so quanto può avere come durata nel corso della gara”.

Su un’eventuale vittoria: “Battere l’Inter ci darebbe tantissimo entusiasmo. Dobbiamo pensare ad una partita alla volta e a continuare a migliorare come stiamo facendo. Ora è inutile pensare a quello che succederà dopo”.

Se sperava di arrivare così al derby: “Speravo di arrivare al derby così, con tre vittorie in campionato e il raggiungimento dei gironi. Sapevamo che non sarebbe stato facile, arriviamo bene sia noi che loro. Saremo due squadre che proveranno a superarsi”.

Sulle parole di Ancelotti: “Ringrazio Ancelotti per le belle parole. Il nostro è un percorso iniziato un anno fa, che è ancora iniziale. Abbiamo ampi margini di miglioramento e dobbiamo affrontare con rispetto un avversario che è pronosticato come probabile vincente del campionato”.

Sull’assenza dei tifosi: “L’assenza dei tifosi si sente. Che sia una partita sentita e importante è così, la sentiamo. Dobbiamo prepararci a cercare di giocare meglio dei nostri avversari e di portare a casa quello che possiamo”.

Sul derby Inter-Milan come esame: “Abbiamo un’identità, un modo di giocare preciso. Gli esami non finiscono mai nel nostro lavoro. L’importante è essersi preparati bene nonostante il poco tempo a disposizione. Siamo pronti”.

LE PROBABILI FORMAZIONI DI INTER-MILAN

INTER (3-4-1-2): Handanovic; D’Ambrosio, de Vrij, Kolarov; Hakimi, Vidal, Brozovic, Perisic; Barella; Lukaku, Martinez. A disposizione: Padelli, Stankovic, Ranocchia, Bastoni, Darmian, Eriksen, Sanchez, Pinamonti. Allenatore: Conte.

MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Kjær, Romagnoli, Theo Hernández; Kessie, Bennacer; Saelemaekers, Calhanoglu, Brahim Diaz; Ibrahimovic. A disposizione: Tătărușanu, A. Donnarumma, Kalulu, Krunic, Tonali, R.Leao, Castillejo, D. Maldini, Hauge, Colombo. Allenatore: Pioli.

LE ULTIME NEWS SUL MERCATO DEL MILAN IN TEMPO REALE >>>

SKY O DAZN? ECCO DOVE VEDERE INTER-MILAN DI SERIE A >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy