MATTEO GABBIA: scheda, video, caratteristiche, gol e stipendio

Il profilo completo di Matteo Gabbia, ex difensore del Milan Primavera, ora stabilmente in Prima Squadra. Video, skills, news, curiosità e statistiche del centrale difensivo rossonero e della Nazionale italiana. Ecco la scheda tecnica completa

Matteo Gabbia Milan

LA SCHEDA

Nome: Matteo Gabbia

Luogo e data di nascita: Busto Arsizio, 21 ottobre 1999

Altezza: 185 cm

Peso: 75 kg

 

CARRIERA

Gabbia muove i primi passi della sua carriera nel settore giovanile rossonero, del quale entra a far presto sin da piccolo e con cui compie tutta la trafila fino ad arrivare alla prima squadra. Dopo aver conquistato spazio e fama nella Primavera, nel maggio del 2017 conquista la sua prima convocazione con i grandi in occasione di Milan-Roma. L’esordio ufficiale arriva qualche mese più tardi, nei preliminari di Europa League, quando Vincenzo Montella lo schiera a gara in corso in occasione del match di ritorno contro lo Shkendija (0-1). Nel luglio 2018 passa in prestito alla Lucchese, in Serie C, con cui disputa un’intera stagione da titolare. Nell’estate 2019 ecco il ritorno alla base e la decisione di Marco Giampaolo di confermarlo in pianta stabile in prima squadra dopo le buone prove nel precampionato. Gioca la sua prima gara con il Milan nelle competizioni nazionali il 15 gennaio 2020, in occasione di Milan-Spal, sostituendo Kjaer nel finale di gara.

Nazionale

Considerato tra i prospetti più interessanti della sua generazione, Gabbia compie tutta la trafila delle selezioni giovanili azzurre dall’Under 14 sino all’Under 21. Nel 2018 partecipa con l’Under 19 agli Europei di categoria, conclusi al secondo posto. L’anno successivo è tra i protagonisti della spedizione azzurra ai Mondiali Under 20, dove disputa tutte le partite da titolare. L’esordio con l’U21 arriva il 6 settembre 2019, in occasione del match vinto con la Moldavia per 4-0.

 

CARATTERISTICHE TECNICHE

Ben strutturato fisicamente e dotato di un buon senso della posizione, Gabbia nasce come difensore centrale ma può agire indifferentemente anche da mediano. Bravo in fase di impostazione, incarna al meglio il prototipo del difensore moderno.

DICONO DI LUI

“Ho notato subito che era un calciatore sul quale poter lavorare. Deve avere la costanza di stare sul pezzo, sono sicuro che qualcosa ci tiro fuori” (Marco Giampaolo, suo ex allenatore al Milan, dopo Milan-Bayern Monaco, torneo ICC estivo)

(Di Domenico Abbondandolo)