Milan, che fine ha fatto Krunic? Da titolare a ‘desaparecido’ il passo è breve

Milan, che fine ha fatto Krunic? Da titolare a ‘desaparecido’ il passo è breve

Rade Krunic, centrocampista classe 1993 del Milan, è sparito dai radar di Stefano Pioli dopo tre buone prove contro avversarie temibili

di Renato Panno, @PannoRenato

ULTIME NEWS MILAN – Una campagna acquisti estiva iniziata con un po’ di ritardo a causa della rivoluzione societaria e tecnica subita dal Milan. Dopo l’arrivo di Zvonimir Boban, Frederic Massara e Marco Giampaolo, il mercato rossonero ha potuto finalmente prendere quota. Il primo acquisto di questa nuova gestione è stato Rade Krunic, di professione mezzala, reduce da una retrocessione immeritata in quel di Empoli. Il bosniaco, con la maglia toscana, ha totalizzato la bellezza di cinque gol e sei assist. Numeri che hanno convinto il Diavolo a puntare su di lui.

L’avventura milanista di Krunic è partita decisamente a rilento. Il classe 1993 non è stato mai impiegato nelle prime cinque giornate di campionato, nella sua posizione gli è stato addirittura preferito l’adattato Fabio Borini. Contro la Fiorentina è stato inserito all’inizio del secondo tempo in una partita ampiamente compromessa. Da lì soltanto 23 minuti nelle successive 4 partite. Numeri impietosi, che hanno fatto pensare all’ennesimo acquisto sbagliato degli ultimi anni. E invece, complice anche un periodo di flessione di Franck Kessie, Krunic viene schierato titolare nella delicata partita contro la Lazio.

Una partita di assoluta personalità e spessore che, nonostante la sconfitta, gli è valsa la riconferma contro la capolista Juventus. Dopo un’ammonizione subita al 40′ minuto del primo tempo, Stefano Pioli ha deciso di richiamarlo in panchina. Una bocciatura? Assolutamente no. Contro il Napoli Krunic è ancora titolare. E c’è di più: l’assist del pareggio di Giacomo ‘Jack’ Bonaventura è tutto suo. L’ascesa sembra incontrastata.

Ma non è affatto così: l’ex Empoli si accomoda di nuovo in panchina a Parma, Kessie si riprende di nuovo il posto in mezzo al campo. Entra nei 19 minuti finali e non colleziona nemmeno un minuto tra Bologna, Sassuolo e Atalanta. Ci si chiede il motivo per il quale Krunic sia stato nuovamente declassato dopo aver giocato tre buone partite contro tre delle migliori squadre del campionato. Una domanda alla quale solo Stefano Pioli può rispondere, una situazione che sembra al limite del paradosso. Che fine ha fatto Krunic? Appuntamento alle prossime partite… Krzysztof Piatek via dopo l’arrivo di Zlatan Ibrahimovic? Per saperne di più, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter/// Instagram/// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy