Juventus-Milan tra campo e mercato: i bianconeri corteggiati dal Diavolo

Juventus-Milan tra campo e mercato: i bianconeri corteggiati dal Diavolo

Domani sera si disputa Juventus-Milan all’Allianz Stadium: una sfida di campionato storica con un richiamo molto forte al prossimo calciomercato di gennaio

di Daniele Triolo, @danieletriolo

CALCIOMERCATO MILANPaolo Rossi, Roberto Baggio, Edgar Davids, Filippo Inzaghi, Andrea Pirlo. Ma anche, più recentemente, Mattia De Sciglio, Leonardo Bonucci (andata e ritorno), Mattia Caldara, Gonzalo Higuaín (andata e ritorno, ma via Chelsea). Sono soltanto alcuni dei trasferimenti che hanno visto Juventus e Milan direttamente coinvolte in operazioni di calciomercato nel corso della storia.

E la lista potrebbe non fermarsi qui. Domani sera, all’Allianz Stadium di Torino, si disputa infatti Juventus-Milan: sfida di campionato storica con un richiamo, molto intenso, alla prossima finestra di mercato, quella del gennaio 2020, dove, ancora una volta, come accaduto negli ultimi anni, il Diavolo potrebbe cercare di pescare in casa della ‘Vecchia Signora‘ qualche rinforzo per il proprio organico.

Sono tanti, infatti, i calciatori che, da esuberi (o potenziali tali) alla Juventus potrebbero diventare titolari fissi in un Milan alla ricerca di elementi validi ed affidabili per la risalita in classifica. Certo, la stessa storia recente, con i casi Bonucci e Higuaín ha testimoniato che, forse, affidarsi a giocatori bianconeri non porta propriamente bene al Milan, ma l’indubbio valore di alcuni di loro, ai margini del progetto tecnico di Maurizio Sarri, potrebbe valere un tentativo.

Il Milan, tanto per cominciare, avrebbe bisogno di un difensore centrale, giacché, al momento, Caldara ha ricominciato ad allenarsi fornendo poche garanzie e Léo Duarte, arrivato in estate dal Flamengo, ha bisogno di crescere ancora molto. Ecco perché il Milan sarebbe tornato a lavorare su Merih Demiral, turco classe 1998, già trattato in estate o, in alternativa, su Daniele Rugani, classe 1994, che gioca poco in bianconero malgrado il grave infortunio di Giorgio Chiellini.

Per il centrocampo, poi, nel caso di cessione in Premier League dell’ivoriano Franck Kessié, potrebbe tornare di moda il tedesco Emre Can, classe 1994, calciatore che unisce fisicità e qualità, caratteristiche mancano al Milan di oggi. La Juventus lo utilizza poco in campionato e non lo ha incluso nella lista per la Champions League, suscitando le ire dell’ex Liverpool, con cui potrebbe consumarsi un divorzio, anche temporaneo, alla riapertura delle trattative.

Per quanto riguarda l’attacco, infine, per un Diavolo alla ricerca di profili dal carattere vincente e dall’enorme esperienza internazionale, meglio prestare attenzione alla situazione di Mario Mandzukic, classe 1986, centravanti croato che, alla Juventus, è praticamente un separato in casa, allenandosi a parte, nell’attesa che, a gennaio, possa trovare una sistemazione a lui gradita. Corteggiato anche da Siviglia e Manchester United, potrebbe scegliere il Milan per via della presenza del connazionale Zvonimir Boban in dirigenza.

SEGUICI SUFacebook /// Twitter/// Instagram/// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy