PM – Calciomercato Milan: Maldini ha deciso i sacrificabili

PM – Calciomercato Milan: Maldini ha deciso i sacrificabili

Paolo Maldini, direttore tecnico del Milan, secondo quanto appreso dalla nostra redazione, ha individuato i giocatori cedibili per finanziare il mercato

di Daniele Triolo, @danieletriolo

CALCIOMERCATO MILAN – Il Milan ha iniziato questa sessione estiva di calciomercato con un budget di 80 milioni di euro per gli acquisti messo a disposizione dal fondo Elliott Management Corporation, proprietario del club rossonero. 46 di questi 80 milioni sono stati già investiti nelle acquisizioni, tutte a titolo definitivo, di Rade Krunic (8 milioni) e Theo Hernández (20 milioni), oltre che di Ismael Bennacer (18 milioni, bonus inclusi), quest’ultima ancora da ufficializzare.

Restano, dunque, a disposizione 34 milioni di euro per mettere a segno nuovi colpi di mercato. Un po’ pochi, per il direttore tecnico Paolo Maldini, il Chief Football Officer Zvonimir ‘Zorro’ Boban ed il direttore sportivo Frederic ‘Ricky’ Massara per finanziare ulteriori colpi in entrata. Ma Marco Giampaolo, tecnico rossonero, si aspetta di ricevere, nel minor tempo possibile, un nuovo difensore centrale (in attesa di Mattia Caldara, dietro ai titolari Mateo Musacchio ed Alessio Romagnoli ci sono solo i giovani) ed un’altra mezzala, che poteva essere Jordan Veretout, ‘soffiato’ sul filo di lana dalla Roma perché il Diavolo non ha voluto partecipare ad aste selvagge sul costo del cartellino e sull’ingaggio del francese.

Si renderà, quindi, necessario vendere qualcuno per incrementare quel budget residuo e poter regalare a Giampaolo i rinforzi previsti ai quali, a nostro avviso, si aggiungerà almeno una seconda punta di livello. Secondo quanto appreso, in esclusiva, dalla nostra redazione, Maldini avrebbe deciso, di comune accordo con i colleghi dirigenti, quali saranno i giocatori importanti da sacrificare sull’altare del bilancio, e delle plusvalenze, per poter poi reinvestire, e molto bene, sul mercato in entrata. A parte Diego Laxalt, Ricardo Rodriguez e Samuel ‘Samu’ Castillejo, comunque in partenza, via libera anche alle cessioni di Jesús Suso, André Silva e Patrick Cutrone.

Suso, classe 1993, ha una clausola rescissoria di 38 milioni di euro, valida per l’estero, che nessun club è intenzionato a pagare. Il Milan, che lo pagò 200mila euro nel gennaio 2015 dal Liverpool, lo venderebbe anche a 30-35 milioni in contanti, cifra che andrebbe tutta a bilancio nel capitolo ‘plusvalenze‘. Roma interessata, ma occhio, in Italia, anche alla Juventus. Silva, classe 1995, è rientrato dal prestito al Siviglia ed è sotto valutazione di Giampaolo, il quale, però, ha già fatto capire come non lo reputi chissà quanto congeniale al proprio gioco e compatibile con Krzysztof Piatek. Infine, Cutrone, classe 1998, cresciuto nel vivaio rossonero, può andare via in presenza di un’offerta di 25-30 milioni di euro. Non dovrebbe essere il primo a partire, qualora restasse non rappresenterebbe un ‘problema’, ma il Milan è pronto al sacrificio se messo alle strette. Intanto, dall’Argentina, associano un top player sudamericano al Diavolo … continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy