Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

CALCIOMERCATO

Pioli-Milan, sempre più in alto: c’è la firma fino al 30 giugno 2023

Stefano Pioli (allenatore AC Milan) ha rinnovato ieri il suo contratto con i rossoneri | Calciomercato Milan News (Getty Images)

Stefano Pioli, tecnico del Milan, ha rinnovato ieri il suo contratto fino al 30 giugno 2023. Ingaggio quasi raddoppiato, bonus vittoria

Daniele Triolo

Stefano Pioli confermato sulla panchina del Milan. Il rinnovo, ufficialmente, è arrivato ieri e 'La Gazzetta dello Sport' oggi in edicola ha sottolineato come questo abbia messo tutti d'accordo. La sua conferma, infatti, era voluta da proprietà, dirigenza, squadra e tifosi.

Pioli è un argomento che, al Milan, ha unito e unisce. Ci è riuscito, ha evidenziato la 'rosea', con i risultati sportivi finora conseguiti. Ed anche grazie al garbo che lo contraddistingue anche fuori dal campo. Arrivato nell'ottobre 2019, Pioli ha preso il Milan ai margini della zona retrocessione e ne ha fatto un capolavoro.

Il Milan, infatti, da anni cercava gioco ed anima. Pioli gli ha dato tutte queste componenti, creando un gruppo unito con un'identità riconoscibile. Scommettendo sui giovani, che sotto la sua guida sono cresciuti molto, ha permesso al Milan di tornare a lottare per i vertici in Serie A e di riprendersi un posto in Champions League.

La società ha apprezzato tutti i progressi fatti dal Milan sotto la gestione Pioli e ha scommesso nuovamente su di lui. Contratto prolungato fino al 30 giugno 2023, con opzione di ulteriore rinnovo fino al 2024. Ingaggio praticamente raddoppiato, dagli attuali 2 a 3,5 milioni di euro netti a stagione, più bonus legati al rendimento dei rossoneri in campionato ed in Champions.

Anche i tifosi hanno salutato con fervore la notizia. Dal #Pioliout, hashtag che impazzava su 'Twitter' all'epoca in cui l'allenatore di Parma arrivò al Milan, al 'Pioli is on fire', scandito dalla Curva Sud e da tutto lo stadio di 'San Siro' in suo onore, il passo è stato breve. Ieri mattina, dunque, la firma è arrivata in diretta sui canali ufficiali del Milan alla presenza della dirigenza intera. Presenti il Presidente Paolo Scaroni, l'amministratore delegato Ivan Gazidis, il direttore tecnico Paolo Maldini e quello sportivo Frederic Massara.

Pratica risolta, di fatto, in un'ora, alla presenza del suo agente Gabriele Giuffrida, prima di recarsi a Milanello per dirigere l'allenamento. "Ringrazio il club per avermi dato la possibilità di allenare una squadra competitiva ma anche ricca di valori importanti, quelli che rendono il Milan unico - ha detto Pioli -. Siamo molto ambiziosi, dopo Madrid vogliamo altre vittorie".

"Sono orgoglioso del percorso fatto fino ad ora, del rapporto di empatia che si è creato con i dirigenti, della crescita dei miei calciatori e della passione che caratterizza tutti coloro che lavorano in questa gloriosa società. I nostri tifosi sono straordinari e spero di ricambiare il loro affetto rendendo il Milan sempre più competitivo. Voglio saltare presto con loro", ha concluso Pioli. Calciomercato Milan, sfida alla Juventus per un talento made in Italy >>>

tutte le notizie di