Milan, Pioli ha sempre più potere: Elliott pronto a rivedere i piani

ULTIME NOTIZIE MERCATO MILAN – Stefano Pioli, allenatore del Milan, sta prendendo sempre più piede nelle scelte societarie. E intanto Maldini…

di Salvatore Cantone, @sa_cantone
Stefano Pioli Milan

ULTIME NOTIZIE MERCATO MILAN – Come sottolineato dalla Gazzetta dello Sport, Ivan Gazidis, qualche giorno fa, ha evidenziato come «Wenger è Wenger» e «Pioli è Pioli». Banalità che però fa capire come Pioli proseguirà a fare l’allenatore e non sarà un manager all’inglese, così come sarebbe stato Ralf Rangnick.

E’ anche vero, però, che i risultati ottenuti sul campo hanno dato e stanno dando a Pioli un potere considerevole. Potere non richiesto, ma diventato automatico e che deriva dalla valorizzazione di alcuni giocatori in particolare, e della rosa a disposizione in generale. Questo è un aspetto molto importante, perchè la proprietà sta rivedendo in parte alcune considerazioni riguardanti la squadra rossonera.

Esempi? Fino a qualche tempo fa la missione di Elliott non prevedeva il riscatto di Kjaer, il rinnovo di Ibrahimovic e magari una chiacchierata con Bonaventura per capire se continuare insieme o no. E forse anche Calhanoglu sarebbe stato fatto fuori. A proposito, il turco ieri ha parlato ai microfoni di Sky Sport: “Per Pioli è stato un periodo difficile. Tutti scrivevano cose su Rangnick, ma lui ha lavorato sempre come un professionista. Sta lavorando benissimo per aiutarci, per far sì che la squadra arrivi più in alto possibile. Sono molto contento per lui”.

Dalla conferma di Pioli arriva per esempio anche la voglia di Ibrahimovic di restare al Milan per un altro anno, ma anche lo stesso allenatore si è dichiarato favorevole alla permanenza di Zlatan, mettendo il club nella condizione di andargli dietro. Non avrebbe senso rinnovare il contratto d un allenatore senza assecondarlo nelle scelte. Il discorso, come detto, riguarda Kjaer e anche lo stesso Bonaventura: fino a pochi giorni era praticamente certo l’addio del centrocampista, mentre adesso si apre uno spiraglio per il rinnovo. E infine c’è Paolo Maldini: i buoni risultati e  il valore dei giocatori che è aumentato sono una medaglia al valore per il direttore dell’area tecnica. Anche il suo addio pareva scontato con Rangnick, invece con Pioli… INTANTO ECCO L’OBIETTIVO PER LA FASCIA DESTRA DEL MILAN, CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SUI SOCIAL: CLICCA QUI ⇓

 

 

 

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy