Milan, i rinnovi sono la base su cui costruire la prossima stagione

ULTIME NOTIZIE MERCATO MILAN – Il Milan deve dare continuità a questo buon rendimento post lockdown. I rinnovi dei giocatori chiave sono le priorità

di Antonio Tiziano Palmieri
Zlatan Ibrahimovic Milan

ULTIME NOTIZIE MERCATO MILAN – Dopo aver confermato Stefano Pioli sulla panchina anche per la prossima stagione, la dirigenza del Milan ha iniziato a lavorare sul fronte rinnovi di contratto dei giocatori più importanti della squadra. In quest’ottica, il percorso impostato da Ivan Gazidis, nonostante sia un po’ confusionario, è di continuità e stabilità.

Evitata – per ora – l’ennesima rivoluzione estiva. Ma oltre a non ripartire da zero, perché è importante prolungare gli accordi con i giocatori più forti della rosa? La questione è semplice, e riguarda l’arco temporale a disposizione per fare il mercato estivo in questo 2020. Di solito le squadre hanno a disposizione 2 mesi pieni (luglio e agosto), mentre quest’anno ne avranno solo uno (settembre).

Detto ciò, i club che avranno la possibilità di cambiare il meno possibile, lo faranno. La scelta del Milan di abbandonare – almeno per il momento – il progetto Ralf Rangnick è da leggere proprio in quest’ottica.

CHI DEVE RINNOVARE: DAI GIOCATORI ALLA DIRIGENZA

Zlatan Ibrahimovic, Gianluigi Donnarumma e Hakan Calhanoglu sono sicuramente i primi 3 nomi sul taccuino di Gazidis. Da non sottovalutare ci sono anche le questioni che riguardano Franck Kessie e Alessio Romagnoli, entrambi in scadenza nel giugno 2022. Data l’importanza che questi giocatori hanno in campo per lo scacchiere tattico di Pioli, è giusto muoversi per tempo, anzi, su Ibra, Gigio e Calha siamo già in ritardo.

Dopodiché, i dirigenti del Milan devono risolvere la faccenda legata ad Ante Rebic, con l’Eintracht Francoforte che sembra non voler fare sconti sul riscatto. Infine, restano da capire le posizioni di Paolo Maldini e Frederic Massara. I due dirigenti, fino a settimana scorsa, erano fuori dai piani di Gazidis. Ci sono rientrati di prepotenza dopo l’annuncio della permanenza di Pioli. C’è tanto da lavorare per costruire una squadra solida in campo e fuori.

I lavori devono iniziare subito perché il 2020/2021 deve necessariamente essere l’anno del ritorno in Champions League del Diavolo dopo diversi anni di assenza. Per quel che riguarda Ibrahimovic, ecco le motivazioni per cui lo svedese vuole rimanere al Milan anche l’anno prossimo. Per saperne di più al riguardo, clicca qui >>>

SEGUICI SUI SOCIAL: CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy