Calciomercato Milan – Calhanoglu, il rinnovo si allontana: le ultime | News

ULTIME NOTIZIE CALCIOMERCATO MILAN – Hakan Calhanoglu ha chiesto un ingaggio altissimo per rinnovare con il Milan. Il suo agente lavora già su altre piste

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Hakan Calhanoglu AC Milan

Calciomercato Milan, Calhanoglu non dovrebbe rinnovare

 

ULTIME NOTIZIE CALCIOMERCATO MILANHakan Calhanoglu ed il Milan sono un po’ più distanti. La trattativa per il rinnovo del contratto del numero 10 turco con il Diavolo, come riferito da ‘Tuttosport‘ oggi in edicola, procede infatti a rilento. Questo perché c’è una bella differenza tra la proposta di stipendio del Milan per prolungare il contratto dell’ex Bayer Leverkusen e la richiesta, altissima, del suo agente, Gordon Stipic.

Calhanoglu è attualmente sotto contratto per 2,5 milioni di euro. Il Milan avrebbe proposto al calciatore un adeguamento dell’ingaggio fino a 3,5 milioni di euro di base fissa, per arrivare a 4 netti stagionali con i bonus. Ma Stipic, dal canto suo, ha chiesto ai dirigenti rossoneri, Paolo Maldini e Frederic Massara, ben 7 milioni di euro netti l’anno per far apporre al suo assistito la firma sul nuovo accordo con il Diavolo.

Una cifra altissima, che il Diavolo ha scelto di elargire a Zlatan Ibrahimović, leader tecnico e carismatico della squadra, e che supererà, probabilmente, con il rinnovo di contratto di Gianluigi ‘Gigio’ Donnarumma. Ma Calhanoglu ed il suo rappresentante, evidentemente, ritengono di valere quella cifra e, rispetto le scorse settimane, non c’è stata alcuna schiarita con il Milan. Tutt’altro. È un braccio di ferro difficile e delicato, secondo il quotidiano torinese.

Calhanoglu, infatti, si è ritagliato uno spazio importante, da trequartista, nel 4-2-3-1 del Milan di Stefano Pioli. Bisognerà, però, cercare il giusto equilibrio tra le esigenze di campo e quelle di bilancio. Ma cosa ha portato l’entourage di Calhanoglu ad avanzare una richiesta di ingaggio di 7 milioni di euro netti a stagione? Prima di tutto, la centralità assunta dal turco nel progetto Milan post-lockdown, periodo in cui il numero 10 rossonero, con gol ed assist, ha illuminato la scena al pari di Ibrahimović.

Secondo poi, un fattore più ‘epidermico’. Il Milan, infatti, non aveva mai contattato Calhanoglu ed i suoi rappresentanti prima della pandemia per discutere del rinnovo del contratto. Tutto ciò è avvenuto soltanto dopo, quando il turco ha cominciato a brillare. Da qui, allora, la richiesta alta. Stipic, in sostanza, si baserebbe, quale punto di forza, sul fatto che il Milan ha paura di perdere il proprio calciatore a parametro zero. E, siccome si è rivalutato, vorrebbe rinnovargli il contratto per non perdere il controllo sul cartellino.

Dalla parte dell’agente di Calhanoglu, invece, il ragionamento è un altro. Ovvero, “volete che rimanga? Bene, queste sono le condizioni. Altrimenti andiamo via a zero“. Stipic, nel frattempo, ha già proposto Calhanoglu a diversi club in Italia ed in Europa, tra questi Inter e Manchester United. Non ha però ottenuto riscontri in merito lo stipendio che vorrebbe ottenere per il suo assistito. L’agente gongola anche al pensiero della robusta commissione da incassare qualora riesca a muovere Calhanoglu altrove da svincolato.

C’è ancora un po’ di tempo per sistemare la situazione. Senza passi concreti, da una parte e dall’altra, con Milan e Calhanoglu a venirsi incontro, è difficile, però, che si possa arrivare ad una fumata bianca. Intanto, il turco nell’ultimo periodo sembra essersi un po’ ‘spento’ sui social e c’è la sensazione che, nel prossimo futuro, si possa sottrarre alle domande sul rinnovo del suo contratto nelle interviste post-partita. CALCIOMERCATO MILAN, MALDINI PUNTA UN BOMBER BRASILIANO >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy