Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

CALCIOMERCATO

Calciomercato Milan – Adli in anticipo: sarebbe utile per due reparti

Yacine Adli (centrocampista AC Milan in prestito al Bordeaux) potrebbe arrivare subito in rossonero | Calciomercato Milan News (Getty Images)

Le ultime news sul calciomercato del Milan: Yacine Adli potrebbe arrivare con sei mesi di anticipo rispetto gli accordi con il Bordeaux

Daniele Triolo

Il Milan, in quest'imminente sessione invernale di calciomercato, potrebbe intervenire a centrocampo. Con Yacine Adli, dunque, che anticiperebbe il suo arrivo a Milanello di sei mesi. Ne ha parlato 'La Gazzetta dello Sport' oggi in edicola. L'arrivo di Adli alla corte di Stefano Pioli già nel prossimo mese di gennaio, infatti, risolverebbe da solo due problemi per il tecnico rossonero.

A centrocampo, Pioli fatica a promuovere il turnover perché, oltre a Sandro Tonali e (ogni tanto) a Franck Kessié, le alternative finora hanno deluso le aspettative. Ismaël Bennacer, infatti, deve ritrovarsi e Tiémoué Bakayoko ha finora sprecato qualsiasi chance gli sia stata concessa da titolare. Non solo. Da gennaio in avanti la mediana rossonera sarà anche dimezzata dalla Coppa d'Africa, che porterà via Kessié (Costa d'Avorio) e Bennacer (Algeria) per un mese.

Ecco perché, secondo la 'rosea', il Milan potrebbe ragionare su un rinforzo a centrocampo. L'arrivo anticipato di Adli non impegnerebbe Paolo Maldini e Frederic Massara in tanti pensieri, visto che il giocatore è già rossonero. Bisognerebbe, però, rivedere i patti iniziali con il Bordeaux, che aveva ottenuto la conferma del fantasista con la formula del prestito fino alla fine di questa stagione.

Finora Adli è stato quasi sempre titolare con i 'Girondins' (14 partite su 18 in Ligue 1), ha segnato un gol e fornito ben 5 assist. Con la squadra di Vladimir Petković gioca da tuttofare: da trequartista che sostiene sia il centrocampo sia l'attacco. E questa, secondo la 'rosea', è un'altra ragione per cui Adli potrebbe fare comodo da subito. Al Milan, infatti, il titolare del ruolo è Brahim Díaz. Il quale, però, dopo lo stop per CoVid, si è spento e non si è più riacceso.

L'andaluso è passato dall'essere il vice di Hakan Çalhanoğlu all'essere titolare indiscusso senza una vera riserva (Rade Krunić, infatti, si presta, ma senza avere caratteristiche naturali da numero 10). Ecco, dunque, che Brahim Díaz si è trovato schiacciato da fatica e responsabilità. Per 'La Gazzetta dello Sport', un’alternativa, un giovane come Adli che gli creerebbe una pressione modesta, potrebbe essere l’ideale. Milan, caccia ad un bomber da 40 milioni! Le ultime di mercato >>>

tutte le notizie di