Calciomercato Milan 2020: resoconto, analisi e giudizi. Voi cosa ne pensate?

ULTIME NOTIZIE CALCIOMERCATO MILAN – Conclusa la sessione di calciomercato 2020 per il Milan. Ecco un’analisi dettagliata di quanto fatto nei vari reparti

di Daniele Triolo, @danieletriolo

CALCIOMERCATO MILAN 

Maldini Massara Milan News calciomercato Milan

ULTIME NOTIZIE CALCIOMERCATO MILAN – Premessa, doverosa: il calciomercato ‘estivo’ 2020 era tutt’altro che facile, visti gli effetti, devastanti, che ha avuto (che ha e che avrà) la pandemia da CoVid_19 sui bilanci delle società di calcio italiane. In particolare del Milan, che partiva da -146 milioni di euro, così come recitava l’esercizio finanziario chiuso al 30 giugno 2019. Con quel poco che passava il convento del fondo Elliott, ovvero un totale di 25 milioni di euro, il direttore tecnico Paolo Maldini e il direttore sportivo Frederic Massara hanno fatto un mezzo miracolo nel tentativo di allestire una squadra competitiva per la stagione 2020/2021. Un team che possa giocarcela per l’obiettivo del quarto posto, vale a dire la qualificazione in Champions League: una competizione vinta per ben 7 volte dal Diavolo, e da cui, però, manca dal 2014. Analizziamo, dunque, il giorno dopo la chiusura del mercato in Italia, reparto per reparto come ha operato il Milan, in entrata ed in uscita, cercando di capire se l’obiettivo della dirigenza è stato centrato o meno.

VAI ALLA PROSSIMA SCHEDA

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. vinciink_479 - 3 settimane fa

    Niente centrale di buon livello per sostituire Gabbia che ha dimostrato lacune per inesperienza, niente terzino sinistro di livello per far rifiatare Hernandez, niente centrocampista di livello e di fisico per far rifiatare Kessie, niente vice Ibra. Andranno bene nel girone di andata, nel girone di ritorno scoppieranno. Se la società non rimedia a Gennaio meglio uscire subito da Europa League. Con solo campionato e Coppa Italia possiamo sperare nel quarto posto per la Champions League.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. toyoursiste_872188 - 3 settimane fa

    Il centrale serviva, ma la politica aziendale mira solo a fare plusvalenze per risanare i debiti e quindi si preferisce comprare 4 o 5 giocatori juniores con un paio di milionate sperando che qualcuno generi plusvalenza piuttosto che aggiungere quelle milionate alla cifra stanziata per l’acquisto di un buon centrale. Hanno fatto tutti bene a mandarci a quel paese e a tenersi i loro centrali che sicuramente valgono di più dei 10 o 15 milioni offerti dal Milan, abbiamo fatto la figura dei barboni (o dei pezzenti). Bastava arrivare a 18 o 20 e qualcuno sarebbe arrivato, ma la volontà era diversa. Così non si và molto lontano, Juve, Inter, Atalanta sono nettamente superiori e anche il Napoli e la Roma non sono inferiori; la Lazio è un po’ in fase calante, ma può riprendersi e allora vedo dura anche la qualificazione in Europa Leage. Speriamo che a gennaio riparino e soprattutto che a gennaio la situazione non sia già irreparabile (fuori dalle coppe, a metà classifica in campionato e magari con il morale sotto le scarpe per aver preso qualche bella legnata. La Champions è pura utopia allo stato attuale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy