PM – Maldini: “Sacchi, Capello e Ancelotti: vi racconto le mie esperienze”

PM – Maldini: “Sacchi, Capello e Ancelotti: vi racconto le mie esperienze”

Paolo Maldini ha parlato al Festival dello Sport di Trento di Arrigo Sacchi, Fabio Capello e Carlo Ancelotti, suoi tecnici in rossonero

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Paolo Maldini, dirigente del Milan, ha parlato al ‘Festival dello Sport’ di Trento di Arrigo Sacchi, Fabio Capello e Carlo Ancelotti, suoi tecnici in rossonero. Queste le dichiarazioni di Maldini:

Su Sacchi: “È un peccato che abbia smesso, era esigente, ambizioso, vincente. Era maniacale, ma è rimasto schiavo di quello stress. Alcune sue idee sono ancora rivoluzionarie, dopo 30 anni”.

Su Capello: “Arriva da esperienze diverse, ma 100% allenatore. La Finale contro il Barcellona? Per la prima volta eravamo sfavoriti. La settimana prima abbiamo preso con la Fiorentina, invece che gridare ci disse che eravamo fortissimi e fu un bel modo per vivere la settimana”.

Sul paragone tra Sacchi, Capello e Carlo Ancelotti: “Sacchi il più pressante, ho ancora gli incubi. Era un modo incredibile di vivere la settimana, è stata un scuola incredibile. Per me tutto però è iniziato con Nils Liedholm, mi ha insegnato a giocare a calcio e ha fatto esordire tantissimi giovani. È iniziato con lui il grande Milan”.

Su Ancelotti: “Bellissimo il suo ciclo, era un ex compagno e un amico. Avevo più di 30 anni e gestivo le emozioni in maniera diversa, mi sono goduto tutto”. Clicca qui per le dichiarazioni integrali di Maldini dal palco!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy