Biglia: “I Derby si vincono. È già un bivio Champions”

Biglia: “I Derby si vincono. È già un bivio Champions”

Biglia, centrocampista del Milan, ha rilasciato un’intervista in cui ha affrontato temi legati alla più stretta attualità rossonera.

di Redazione

Lucas Biglia, centrocampista del Milan, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni a Sky Sport: “È un bel momento per il Milan. Abbiamo un obiettivo chiaro e sappiamo che per arrivare lì dobbiamo far bene. Se il livello si alza tutti diamo di più. Il Milan sta bene in generale ora. L’anno scorso è stato duro per diversi motivi. Non cerco alibi. Quest’anno ho voluto la rivincita. Devo ringraziare tanti perchè mi hanno dato un’altra possibilità, in altri posti magari mi avrebbero mandato via. Devo ringraziare il mister e il suo staff. Mi sono sentito più tranquillo, più a casa, conosco meglio l’ambiente e poco a poco viene fuori la mia qualità”.

Il cambiamento del Milan dopo le dichiarazioni post-Cagliari: “Secondo me la cosa giusta è stata mettere via gli alibi sul gioco, smettere di cercare un colpevole. La qualità c’è, ma bisogna ancora migliorare. Ci facciamo male da soli. Lo abbiamo capito. Il mister spinge tanto su questo. A volte ci rilassiamo e non dobbiamo. Per diventare grani dobbiamo migliorare”.

Cosa manca per diventare grandi: “Negli ultimi giorni è cambiato qualcosa, ma qualcosa ancora manca. Siamo vicini. L’importante è sapere come dover crescere. In alcune partite ci è mancato saper soffrire, come Empoli, Atalanta… Non devono servire sempre 3 o 4 gol per vincere. Dobbiamo essere compatti. Con esperienza, visto che siamo giovani, miglioreremo”.

Sul Derby: “Il clima Derby si sentiva già prima del Chievo. Ma dovevamo pensare a quella partita. Abbiamo avuto una settimana per stare tranquilli, da lunedì inizia una nuova parte di stagione decisiva”.

Sul clima Derby di Milano: “Il Derby è una partita sepciale ovunque. Ho la fortuna di giocare anche quello di Milano. Sono due squadre fortissime e piene di storia. I Derby si vincono. Loro sono forti e in forma, ma abbiamo fiducia in noi”.

Il miglioramento rispetto allo scorso anno: “Siamo in crescita. Vogliamo dimostrare a noi stessi che sappiamo arrivare dove abbiamo deciso di arrivare. Il Derby è una partita in cui possono succedere mille cose, ma l’importante è prepararsi bene anche mentalmente”.

Su Gattuso: “Lo rispetto molto. La parola rispetto anche per lui è gigante. Devo ringraziare lui e il suo staff, se sono ancora qui è merito della sua fiducia. Ci ho giocato anche contro, ora averlo come mister è un piacere. Spero di ripagarlo in campo al meglio. Non ti lascia un secondo per rilassarti. Ti tira fuori il meglio”.

Su Maldini e Leonardo: “È un’emozione forte incontrarli. Il Mister siamo più abituati, ma con loro a volte mi vergogno. Un paio di settimana fa ho chiesto una foto al Mister e mi ha mandato a quel paese. Vogliamo ascoltarlo per arrivare agli obiettivi fissati”.

Su Higuain: “La prima cosa che mi aspettavo è che si trovasse subito bene. Perchè so com’è lui. E se si sente a casa si esprime al meglio. Me lo auguravo. Dopo il brutto Mondiale si meritava tutto questo. Quando ho visto come i ragazzi lo hanno accolto, ho capito subito che avrebbe fatto bene. Ora è già un leader. Io ho conosciuto un altro Higuain, questo è un vero uomo, aiuta anche i ragazzi”.

Higuain e Icardi: “Sono i due giocatori più importanti del Derby. A noi interessa ciò che fa Higuain”.

Su Suso: ” Higuain ha detto la verità quando ha detto che voleva giocare con Suso, me lo diceva sempre in Nazionale. Ora Suso ha trovato soddisfazione anche in Nazionale, siamo felici con lui. Speriamo continui a crescere. Farà cose importantissime”.

Derby bivio Champions: “Sì, sono punti importantissimi contro una squadra con cui lotteremo per quei posti”.

L’argentino del Milan è reduce da grandi prestazioni, tanto che ha dati davvero importanti: LEGGI DI PIU’!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy