Gazzetta – Maldini ha detto sì: nasce il nuovo Milan

Gazzetta – Maldini ha detto sì: nasce il nuovo Milan

Paolo Maldini sarà direttore tecnico del club rossonero: guiderà uno staff e Marco Giampaolo allenatore del Diavolo. Alle giovanili spazio ad Angelo Carbone

di Daniele Triolo, @danieletriolo

ULTIME MILAN – ‘La Gazzetta dello Sport‘ oggi in edicola ha ricordato come Paolo Maldini abbia riflettuto per cinque giorni sulla proposta avanzatagli dall’amministratore delegato del club rossonero, Ivan Gazidis, ed oggi annuncerà la risposta: l’ex capitano ha deciso di accettare l’incarico di direttore tecnico del Milan.

Maldini ha scelto di mettersi in gioco, in un ruolo che non ha mai fatto prima d’ora, perché conta di potersi ‘appoggiare’ su una squadra all’altezza della situazione: saranno, infatti, un paio i compagni di Maldini in questa sua nuova avventura dirigenziale, più un altro al settore giovanile.

Lo storico numero 3 rossonero, dunque, sarà leader e punto di riferimento di un team di lavoro, primo responsabile di un progetto che dovrà ripartire dalle basi, dalle solidità delle fondamenta: un corso affidato ai giovani, infatti, deve prevedere risultati a medio-lungo termine.

Ed i costi contenuti nel tentativo di alleggerire il bilancio devono poter ammettere qualche spesa più pesante. La proprietà e Gazidis, dopo averlo rassicurato, hanno aperto agli ‘uomini di Maldini’: ad affiancarlo ci saranno almeno due collaboratori con competenze tecniche. Oltre Geoffrey Moncada, dunque, ci sarà un esperto del settore. Uno alla Igli Tare, per intenderci.

La responsabilità del settore giovanile del Milan, invece, andrà ad Angelo Carbone, compagno di squadra di Maldini negli anni Ottanta e primi anni Novanta: è stato un osservatore per i rossoneri, oggi era coordinatore delle attività di base e sarà promosso, prendendo il posto di Mario Beretta, via dopo appena una stagione dopo la retrocessione del Milan Primavera di Federico Giunti in Primavera 2.

Infine, Maldini ha scelto, personalmente, il nuovo tecnico del Milan per la stagione 2019-2020: sarà Marco Giampaolo, con cui verrà concordato cosa fare sul mercato. A questo proposito, il Diavolo dovrà capire cosa fare con Gianluigi ‘Gigio’ Donnarumma, Alessio Romagnoli e Jesus Suso, ovvero stabilire se si tratterà di punti di forza da cui ripartire o plusvalenze per fare cassa.

Gli obiettivi, al momento, per la squadra rossonera sono un difensore centrale, due centrocampisti ed un esterno d’attacco: per finanziare tali colpi potrebbero andare via due fedelissimi dell’ex allenatore, Gennaro Gattuso, ovvero Franck Kessie e Hakan Calhanoglu. Dalla Francia, intanto, arriva un ‘suggerimento’ per il nome del nuovo attaccante: continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy