Milan, l’annuncio di Leonardo: “A settembre sarà qui anche Kakà”

Milan, l’annuncio di Leonardo: “A settembre sarà qui anche Kakà”

Ieri, durante la conferenza di presentazione di Paolo Maldini, il brasiliano Leonardo ha annunciato il ritorno di Ricardo Kakà. “Il tutto gratis!”

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Casa Milan‘, ieri pomeriggio, è stata teatro della presentazione, in grande stile, di Paolo Maldini, tornato all’interno della grande famiglia rossonera nel ruolo di Direttore Strategico Sviluppo Area Sport del club di Via Aldo Rossi. Un gradito, benedetto, ritorno, quello dell’ex capitano di tante battaglie, ed innumerevoli trofei, che ha fatto seguito a quello di Leonardo, che di recente aveva, invece, assunto il ruolo di Direttore Responsabile dell’Area Tecnico Sportiva.

Proprio il brasiliano, ieri, un po’ a sorpresa, anche se incalzato, a dire la verità, dalle domande di un cronista, ha rivelato come presto possa concretizzarsi un altro, entusiasmante, emozionante, ritorno al Milan: quello di Ricardo Kakà. “Io lo adoro, è il mio pupillo, e ha manifestato la voglia di imparare da dirigente, di capire come funzionano le cose, di stare vicino. Gratis, ovviamente…”, ha sottolineato, sorridendo, Leonardo, guardando il Presidente del Milan, Paolo Scaroni.

L’idea, però, piace, e molto, al popolo rossonero: Gennaro Gattuso allenatore, Leonardo direttore tecnico e Maldini direttore sportivo. Il fatto che possa presto aggiungersi anche Kakà fa sognare i tifosi, riportandoli con la mente all’epoca, neanche troppo lontana, di tanti trionfi sul rettangolo di gioco. “È l’ultimo Pallone d’oro del Milan, sarà per sempre legato alla società e sicuramente sarà in zona – ha evidenziato Leonardo -. Non sappiamo come, però è vero che ha tanta voglia di imparare, penso che a settembre sarà a Milano e ci starà vicino, anche se non c’è niente di definito. Lui poi ha in ballo anche altre cose”.

D’altronde, Kakà non ha mai perso occasione per rimarcare, a chiare lettere, tutto l’amore che nutre nei confronti della società rossonera, della sua storia, del suo blasone e dei suoi sostenitori. Il brasiliano, non è un mistero, farebbe carte false per rientrare al Milan e ‘studiare’, un po’ come fosse uno ‘stagista’, da dirigente. “Mi interessa molto tornare al Milan. E non so quando, ma accadrà. Mi auguro che possa succedere presto, perché il Milan è un po’ casa mia”, disse lo stesso Kakà lo scorso 25 giugno a ‘La Gazzetta dello Sport’. E tutto questo, molto presto, potrebbe diventare realtà.

C’era già stato un primo, serio, contatto, con la precedente proprietà, quella cinese: l’allora amministratore delegato, Marco Fassone, aveva pensato a lui per un ruolo operativo nel club e, nell’intervallo della sfida di Europa League tra Milan ed Austria Vienna, nell’ovazione del pubblico di San Siro, gli aveva consegnato la maglia numero 22. In quella occasione, Kakà aveva detto: “Sono sempre innamorato del Milan, so che c’è la possibilità di rientrare”, e, il giorno successivo, aveva twittato una foto in maglia rossonera accompagnata dalla frase “Certi amori non finiscono mai”.

Quindi, a metà dicembre dello scorso anno, nel momento in cui ha dato l’addio al calcio giocato, era uscito allo scoperto dicendo: “Il Milan mi ha fatto una proposta, dicendomi che avrebbero piacere nell’avermi con loro”. Ora, però, tutte le carte sono scoperte, sul tavolo, incluse quelle del nuovo Milan targato Elliott Management Corporation e restituito ai milanisti veri: clicca qui per capire il perché anche Paolo Maldini si è convinto a tornare in rossonero!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy