Milan, il giorno dopo l’esclusione: rossoneri pronti al ricorso al TAS

Milan, il giorno dopo l’esclusione: rossoneri pronti al ricorso al TAS

La UEFA ha sancito l’estromissione del Milan, per un anno, dalle competizioni europee: adesso il club di Via Aldo Rossi passerà per il TAS di Losanna

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Ieri pomeriggio, poco prima delle ore 17:00, la Camera giudicante dell’Organo di Controllo Finanziario dei Club di Calcio UEFA (CFCB), attraverso un comunicato apparso sin dall’inizio poco chiaro, ha emesso la sentenza tanto attesa, confermando, purtroppo, le sensazioni di questi giorni: il Milan, difatti, per violazione dei parametri del Fair Play Finanziario nel triennio 2014-2017, è stato estromesso dalla prossima competizione europea.

Nella fattispecie, Leonardo Bonucci e compagni non potranno, dunque, prendere parte all’Europa League 2018-2019 che avevano, faticosamente, conquistato sul campo grazie, soprattutto, all’ottimo rendimento sotto la guida tecnica di Gennaro Gattuso. Scongiurate, però, multe e limitazioni sul mercato, che avrebbero inasprito una sanzione che appare, già di per sé, un tantino esagerata. Motivo per cui, poi, nella serata di ieri, il Milan ha emesso un comunicato stampa, ufficializzando la volontà del club rossonero di ricorrere, d’urgenza, in appello al Tribunale Arbitrale dello Sport (TAS) di Losanna.

Il Milan, adesso ha tempo dieci giorni per presentare ricorso al TAS, come ricordato dall’edizione odierna del ‘Corriere della Sera’, ed il Tribunale dovrà pronunciarsi d’urgenza perché vanno compilati i calendari della prossima Europa League: tra gli altri, attendono l’Atalanta (che andrebbe ai gironi al posto del Milan) e la Fiorentina, che sarebbe ammessa ai turni preliminari. Il Milan, chiaramente, spera che il TAS possa ribaltare il verdetto di Nyon e concedere ai rossoneri di partecipare alle coppe, ma attenzione: il TAS può rivedere la sanzione, ma è difficile che imponga un altro patteggiamento.

Una sospensione della pena, poi, non servirebbe al Milan, perché, magari, i rossoneri giocherebbero l’Europa League 2018-2019 e successivamente, qualora Losanna desse loro torto, potrebbero essere costretti a saltare le coppe nel 2019-2020. Nel caso di qualificazione in Champions League, poi, sarebbe una perdita davvero sanguinosa. Ecco, nella fattispecie, come può operare il TAS di Losanna sul caso Milan.

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy