Milan, Gattuso punta sulla qualità: riecco Biglia con Paquetà e Calhanoglu

Milan, Gattuso punta sulla qualità: riecco Biglia con Paquetà e Calhanoglu

Come riportato questa mattina dalla Gazzetta le scelte di formazione di Rino Gattuso vanno interpretate tutte in ottica qualità: tecnica e piedi buoni

di Alessio Roccio, @Roccio92

ULTIME MILAN – Inutile dire quanto sia determinante all’interno del vorticoso percorso del Milan di questa stagione la gara di questa sera in programma a San Siro contro il Bologna. Rino Gattuso e i suoi ragazzi sono reduci da 5 giorni di ritiro tra le segrete mura di Milanello. Qui il tecnico ha preparato la sfida contro i Felsinei e se inizialmente si poteva pensare ad un cambio di modulo con le due punte ed il trequartista (Paquetà ndr), invece Rino ha deciso di puntare sul suo modulo: il 4-3-3.

Rialzarsi o affondare definitivamente, ma almeno lo avrà fatto a modo suo. Questo il pensiero di Gattuso che nelle scelte di formazione ha deciso di puntare prevalentemente sulla qualità e la tecnica, rinunciando almeno inizialmente ai muscoli e alla velocità. La scelta più importante è quella di puntare su Biglia e non su Bakayoko in mezzo al campo. La scelta si giustifica con il voler ritrovare armonia e ordine in mezzo al campo, ma non si può negare come abbia pesato e non poco l’atteggiamento e il ritardo di Baka il primo maggio.

L’argentino sarà affiancato da Kessiè e Paquetà. Quest’ultimo dovrà essere in grado di dare un grosso contributo alla fase offensiva, sia partendo da sinistra, sia accentrandosi alle spalle di Piatek. Con il Torino è tornato in campo dopo 4 gare. Ci ha provato ma la condizione non era delle migliori. Questa sera deve assolutamente dimostrare che la sua tecnica possa risultare decisiva in termini oggettivi e non per i palati raffinati.

Anche davanti le scelte vanno considerate in termini qualitativi. Calhanoglu preferito per le sue doti “balistiche” alla velocità di Castillejo, mentre Piatek torna davanti al posto di Cutrone, comunque apprezzato da Gattuso per la prova di Torino. Gattuso oltre ai piedi buoni e alla testa chiede e pretende soprattutto un’altra cosa: il cuore. Ecco cosa ha detto il tecnico a proposito del ritiro>>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy