Douglas Costa: “Il Milan ha qualità, ma vogliamo vincere”

Douglas Costa: “Il Milan ha qualità, ma vogliamo vincere”

Mancano ancora giorni alla finale di Coppa Italia e oggi entrambe le squadre saranno in campo, ma la testa è già lì. Ecco le parole di Douglas Costa.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

Arrivato in estate per circa 40 milioni, da tutti era stato etichettato come flop dopo i primi mesi difficili. Poi, invece, Douglas Costa si è ripreso e ha dato la svolta decisiva al campionato della Juventus, spingendola verso lo Scudetto. Per lui niente di nuovo, sarebbe l’ottavo titolo in carriera. In ballo, però, c’è anche la Coppa Italia con il Milan. Proprio per l’inizio di stagione difficili e per l’ottimo momento, Costa ha le idee molto chiare: vuole il double.

Il brasiliano della Juve ha parlato ai microfoni de “La Gazzetta dello Sport”. Un’intervista in cui ha affrontato tantissimi temi della propria carriera e della propria vita, concentrandosi ovviamente anche sul prossimo impegno contro il Milan. Ecco le sue parole: “Dopo essere uscito dalla Champions ho detto che venire alla Juve è stata la decisione migliore della mia vita, lo ribadisco. Quell’eliminazione ha acceso ancor di più la voglia di vincere Scudetto e Coppa Italia. Quando esci da un doppio confronto così, dopo aver perso a Torino e aver fatto una rimonta pazzesca al Bernabeu, non puoi che essere orgoglioso di far parte di un gruppo di campioni che ha dimostrato di poter raggiungere l’impossibile con l’orgoglio. Lucescu mi ha preso a 19 anni e mi ha insegnato a comportarmi da uomo, anche in campo, il rispetto e a essere determinante in attacco; Guardiola ha scommesso su di me, mi ha comprato dallo Shakhtar quando mi volevano in tanti, ma il cartellino costava troppo, ed è quello che più di tutti ha cambiato il mio stile, convincendomi di poter diventare tra i migliori al mondo; con Ancelotti ho lavorato pochi mesi, perchè l’anno del suo arrivo ho avuto molti infortuni e al mio rientro aveva già la squadra, ma ho capito subito si trattasse di un allenatore di carattere, apprezzo che dica le cose in faccia; con Allegri ho capito l’importanza degli esterni in fase difensiva, mi sta trasformando in un giocatore migliore, unendo tecnica e tattica. Del Milan mi fanno più paura Bonucci e Donnarumma, che è un grandissimo portiere. Il mio preferito però è Suso. Ho una predilezione per i giocatori offensivi. Sono una squadra di qualità, sarà una grande finale, ma vogliamo vincere”.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Douglas Costa: “Scudetto? Milan e Inter si sono rinforzate…”

Douglas Costa fuori, Dunga rispolvera Kakà

Amatrice, il calcio e lo sport per tornare alla normalità

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy