Donnarumma, domani sono 18 anni

Donnarumma, domani sono 18 anni

Donnarumma, prototipo del campione perfetto, domani compie solo 18 anni. Il Milan si gode il suo piccolo grande fenomeno e fa festa con lui.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

È un teenager, ma totalmente diverso da quelli a cui si è abituati a vedere nel mondo del calcio. Gianluigi Donnarumma è esattamente l’opposto di ciò che viene considerato un bad boy. Non vive nel lusso, bensì nel convitto insieme a tanti altri ragazzi, dove ha una stanza singola. Va in un appartamento solo quando lo vengono a trovare i genitori. Il massimo della trasgressione sono le lasagne e le polpette della mamma. Nessun vizio particolare, a meno che non si consideri tale la passione per la musica neomelodica napoletana. Gigio è nato e cresciuto a Castellamare di Stabia, ha un’apertura alare di due metri, un torace di 105 centimetri, è alto 199,5 per 90 chili, porta il 48 di scarpe e il 10,5 di guanti e domani compie 18 anni.

Gigio, però, fa ovviamente anche tante cose normali per i ragazzi della sua età: guarda la tv, gioca moltissimo alla play, studia per prendere la patente e chatta con la fidanzata Alessia che spesso lo raggiunge. Sull’iPhone del 99 rossonero c’è una cover con una loro foto. Donnarumma non è ossessionato dalla moda, ma gli piace vestire bene. In ogni caso stile casual o sportivo, tranne ovviamente nelle occasioni importanti. I suoi ristoranti di riferimento sono lontani dalla mondanità, a eccezione della pizzeria del concittadino Gerry in Brera. Usa i social con moderazione, non ha tatuaggi, è religioso e ha un forte legame con il fratello Antonio (anche lui cresciuto nel Milan) e la sorella Nunzia.

Niente di straordinario. Dove Gigio si trasforma in superman, scrive La Gazzetta dello Sport, è in campo. La sua carriera per ora è praticamente perfetta. In quattordici mesi è passato dal campo di Castellammare a San Siro. Il merito è di Mauro Bianchessi, che lo ha subito segnalato ad Adriano Galliani, il quale è partito alla conquista. Su Gigio c’era l’Inter e bisognava fare in fretta. Da convincere c’era il papà Alfonso, deluso dalla cessione del primogenito Antonio. Il progetto per Gigio, però, era diverso. Le qualità superiori erano evidenti già allora. A prendere la decisione definitiva è stato proprio Gigio, che ha scelto il club per cui ha sempre tifato. Adesso la sua maglia è la più venduta. Domani fa 18 anni e ha già collezionato 59 presenze in rossonero. Oltre ai meriti di Bianchessi e Galliani c’è da segnalare anche Filippo Inzaghi, primo a convocarlo, e Sinisa Mihajlovic, che lo ha lanciato. Grandi meriti anche ad Alfredo Magni, preparatore dei portieri del Milan. Donnarumma è il giocatore con la media voto più alta. L’ultima incoronazione l’ha fatta Vincenzo Montella: “Gigio è il giovane più forte che abbia mai visto”. Da domani, però, sarà anche un po’ adulto.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Donnarumma: il rinnovo è la priorità del nuovo Milan, ma non solo

Donnarumma, salto nel futuro: restare al Milan per diventare il più forte

Donnarumma, contatto Raiola-SES: incontro fissato, la richiesta

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy