Cessione Milan – Berlusconi rifiuta il ruolo di presidente onorario

Cessione Milan – Berlusconi rifiuta il ruolo di presidente onorario

Berlusconi sembra aver declinato l’offerta dei cinesi per un ruolo come presidente onorario. I primi di marzo, dunque, saluterà il Milan definitivamente.

Mancano due settimane. Due settimane e il futuro del Milan cambierà per sempre. La storia del club più titolato d’Italia sta per scrivere un’altra pagina importante. Il closing, tanto atteso, è ormai alle porte. Fininvest venderà finalmente il 99,93% delle quote del Milan a Sino-Europe Sports, che verserà i 320 milioni mancanti. La nuova struttura societaria è ormai abbastanza chiara, con Marco Fassone nel ruolo di amministratore delegato e Massimiliano Mirabelli in quello di direttore sportivo. Non ci sarà, in nessuna veste, Silvio Berlusconi.

Secondo il Corriere dello Sport, infatti, l’ex Cavaliere avrebbe rifiutato il ruolo di presidente onorario che gli era stato proposto dai cinesi, in quanto non avrebbe avuto potere decisionale e operativo. Dalla scorsa estate, infatti, sono nati alcuni screzi tra il Presidente del Milan e la dirigenza, attuale e futura. Silvio avrebbe infatti voluto confermare Christian Brocchi, mentre tutti hanno preferito Vincenzo Montella. Gli ultimi malumori, poi, hanno peggiorato la situazione. Ecco perché il patron milanista che ha vinto 29 trofei sembra esserci deciso a salutare definitivamente il suo caro Milan.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Milan, incontro tra Berlusconi, Galliani e Fassone

L’indiscrezione – Berlusconi scettico su Montella: a lui piace Brocchi

Montella: “Berlusconi porta sempre entusiasmo: c’è elettricità nell’aria”

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy