Higuaín-Chelsea, Morata-Siviglia, André Silva-Juventus: sì, e il Milan?

Higuaín-Chelsea, Morata-Siviglia, André Silva-Juventus: sì, e il Milan?

Potrebbe concretizzarsi un giro di attaccanti in questo mercato che coinvolgerebbe Gonzalo Higuaín, Álvaro Morata e André Silva. Tutto a discapito del Milan

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Secondo quanto riportato dall’edizione odierna del quotidiano ‘Repubblica‘, potrebbe concretizzarsi un giro di attaccanti in questa sessione invernale di calciomercato. Il Chelsea, infatti, prenderebbe subito Gonzalo Higuaín dal Milan, liberando Álvaro Morata per il prestito al Siviglia che, a questo punto, girerebbe André Silva alla Juventus, dove gioca l’amico Cristiano Ronaldo, con la regia del procuratore Jorge Mendes, in ottimi rapporti con il direttore sportivo bianconero, Fabio Paratici.

Attenzione, però, perché, in tutto questo giro ipotizzato dal quotidiano generalista oggi in edicola, sembrerebbero esserci tanti punti oscuri. In primis: con chi giocherebbe il Milan, da gennaio a giugno, in attacco, visto che di questi calciatori nessuno transiterebbe dalle parti di Milanello? Sembra alquanto improbabile che il Diavolo, da un eventuale, vorticoso giro di punte, possa uscirne a mani vuote.

Poi: il Milan, fino al 30 giugno 2019, detiene il diritto alle prestazioni sportive di Higuaín, con tanto di diritto di riscatto già prefissato e, pertanto, deciderà il Milan, ed unicamente il Milan, se privarsi o meno di tali diritti sul centravanti argentino con sei mesi di anticipo. Juventus e Chelsea non possono combinare nulla senza il consenso della società rossonera, che, per perdere Higuaín, dovrebbe rinunciare a tutti i propri diritti (ed ai 18 milioni spesi per il prestito nello scorso mese di luglio n.d.r.). Discorso similare, sebbene inverso, per André Silva: il cartellino è di proprietà del Milan, quindi, qualora il Siviglia decida di non riscattarlo dalla società meneghina per i 39 milioni di euro previsti dal diritto di riscatto, e contestualmente di interrompere subito il periodo di prestito, il portoghese tornerebbe al Milan.

Quindi, non sarebbe, nell’eventualità, il Siviglia ad impacchettarlo per spedirlo a Torino, bensì il Milan. ‘Repubblica‘, però, fa anche presente come Maurizio Sarri, manager dei ‘Blues‘, e Marina Granovskaia, dirigente del Chelsea con competenze di mercato, perché il tecnico italiano vorrebbe il ‘Pipita‘, mentre lei non intenderebbe acquistare giocatori Over 30 con ingaggi da 8,5 milioni di euro netti a stagione. E, oltretutto, come centravanti la Granovskaia vorrebbe prendere, a giugno, Mauro Icardi dall’Inter.

Altro problema alla maxi-trattativa ipotizzata da ‘Repubblica‘ sarebbe rappresentato dai 6 milioni di euro dell’ingaggio di Morata, che sarebbe una cifra impossibile da pagare per il Siviglia. Ecco perché, alla fine, si potrebbe (ma il condizionale, mai come in questi casi, è d’obbligo), tornare all’idea originaria, con Higuaín al Chelsea e Morata al Milan, entrambi in prestito fino a giugno.

OPPURE, IL DIAVOLO POTREBBE ANDARE SU BEN ALTRI OBIETTIVI. PER LE ULTIME, CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy