Bonucci, Montella vuole proteggerlo con il passaggio alla difesa a tre

Bonucci, Montella vuole proteggerlo con il passaggio alla difesa a tre

Giorni di riflessione per Montella che studia il modo di rialzarsi dopo la sconfitta con la Lazio: l’obiettivo è quello di proteggere al meglio Bonucci

Come sottolinea la Gazzetta dello Sport, Leonardo Bonucci, nonostante la brutta prestazione dell’Olimpico contro la Lazio, resta uno dei difensori più forti d’Europa, oltre a essere di fatto un centrocampista arretrato, in grado di impostare l’azione, di far girare il pallone e di essere sempre al centro del gioco della squadra. Vincenzo Montella è ben consapevole di tutti questi aspetti, e quindi sta considerando il modo migliore non solo per esaltare gli esterni e gli attaccanti con il 3-5-2, ma anche per dare maggiori sicurezze all’ex Juventus, rendendolo il leader tecnico di questo Milan.

DATI – La rosea snocciola qualche dato sul difensore centrale della Nazionale: nell’ultimo anno con la Juventus, il numero 19 ha giocato più volte con la difesa a quattro piuttosto che con quella a tre, tuttavia con quest’ultima il giocatore ha portato a casa 15 vittorie, cioè il 75% delle partite totali, con 12 gol subiti. Se analizziamo invece le gare con la difesa a 4, si scopre che le vittorie sono 20, ma che la quota di vittorie scende al 65%, con ben 28 gol subiti. Insomma, questi dati sembrano essere piuttosto esaustivi sulle differenze tra i due sistemi di gioco, e in più c’è da considerare che la media voto di Leo si è abbassata a 5.5 rispetto al 6.5 della scorsa stagione, che fa capire come il difensore non si sia ancora espresso al meglio. Senza Barzagli e Chiellini le difficoltà aumentano, e Montella dovrà essere bravo a proteggerlo e a dargli maggiori certezze, in maniera tale da esaltarlo.

LEADER – Nonostante comunque la prestazione dell’Olimpico, Bonucci ci ha messo la faccia, dimostrando ancora una volta di essere il vero leader di questa squadra, dichiarando le seguenti parole: “Non possiamo permetterci queste figure, dobbiamo rimboccarci le maniche e crescere con più umiltà, rabbia,e spirito di sacrificio. Questo k.o. deve essere uno schiaffo salutare per tutti”.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Bonucci, il leader che deve prendersi il Milan

L’opinione – “Bonucci e Musacchio non mi convincono”

Milan, Bonucci promette il riscatto nella gara contro l’Austria Vienna

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy