Sassuolo, De Zerbi: “Il rigore? Cosa grave, vogliono cambiare il regolamento”

Sassuolo, De Zerbi: “Il rigore? Cosa grave, vogliono cambiare il regolamento”

L’allenatore del Sassuolo, Roberto De Zerbi, si scaglia così contro la classe arbitrale dopo il pareggio per 2-2 contro la Lazio

di Donato Bulfon, @DonatoBulfon

Un pari che brucia, con un rigore molto dubbio contro e il gol del 2-2 subito al minuto 96. Roberto De Zerbi, allenatore del Sassuolo, non ci sta e protesta dopo il match dell’Olimpico contro la Lazio.

Ecco le parole del tecnico degli emiliani in conferenza stampa, come riportate da Sportmediaset: “Oggi è successa una cosa grave perché si è ribaltato il regolamento. Quando la palla tocca prima un’altra parte del corpo e poi il braccio non è rigore. Questa è la regola e se si va contro le regole succede qualcosa di molto grave. Il regolamento è chiaro, non è mai rigore, e non vorrei che siccome molti ci considerano già salvi il torto che abbiamo subito abbia meno valore. Noi non ci lamentiamo mai, ma oggi è davvero brutto subire questa ingiustizia. È un fatto oggettivo e dà molto fastidio. Il braccio era largo ma prima tocca la gamba, se vogliono cambiare le regole prima devono farcelo sapere”. Intanto, per quanto riguarda il Milan, il futuro di Biglia potrebbe essere lontano dai rossoneri: continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy