Gattuso a Sky: “Infortuni non siano alibi. Primo tempo sbagliato”

Gattuso a Sky: “Infortuni non siano alibi. Primo tempo sbagliato”

L’allenatore rossonero Rino Gattuso ha commentato così al termine della partita di Europa League di Siviglia tra il Betis e il Milan

di Edoardo Lavezzari, @Edolave

E’ finita da pochi minuti Betis-Milan e questo il commento sulla prestazione dei rossoneri, ai microfoni di Sky Sport, di Rino Gattuso: “C’è amarezza, oggi abbiamo interpretato il primo tempo con una linea di 5 e loro ci hanno messo in difficoltà col paleggio, poi abbiamo fatto 3-4-3 ed è andata molto meglio. Primo tempo troppo timorosi, poi è andata meglio, potevamo fare un altro gol, ma Borini ha sbagliato, ma ci sta. Domani faremo la conta, ma devo fare i complimenti ai ragazzi se la giocano sempre con tutti”.

Gli infortunati: “Il punto lo farà il dottore domani, io faccio l’allenatore. In questo momento abbiamo quelli che abbiamo a disposizione e li metteremo in campo e battaglieremo, senza alibi. E’ un momento che gira così, Musacchio è un giocatore di temperamento: farà di tutto per esserci mentre, Calhanoglu ha preso una botta sul piede”.

La Juventus: “Abbiamo due ore e mezza di volo adesso, inizieremo già a lavorare. E’ una delle squadre più forti al mondo, in Italia non ne parliamo, ma non stiamo qui a piangere: fazzoletti non li abbiamo, ce la giocheremo”.

Gli inizi difficili: “Il cambio di modulo e la mancanza di un vertice basso nella costruzione sono novità per noi, per quello facciamo più fatica. Nella ripresa la squadra ha preso coraggio e ha fatto meglio, ma sono conoscenze in più. Avere un giocatore come Bakayoko ti permette di andare a cercarlo con la spizzata, senza ripartire dal basso. Sono contento di come stiamo interpretando il gioco, stiamo anche cambiando modo di come usciamo dalla pressione dal basso”.

La difesa: “Nel secondo tempo di oggi e con l’Udinese il gol arriva dalla pressione alta dei centrali, oggi siamo stati bravi a giocare tanti uno contro uno, abbiamo corso pochissime volte all’indietro. Soprattutto nel secondo tempo, con Laxalt e Borini siamo stati bravi a non schiacciarci e andare subito nell’uno contro uno e anche nel secondo tempo con l’Udinese”.

Le chiacchiere nei post partita: “E’ un momento che soffro di mutismo selettivo [ride ndr]”

La fine della crisi: “Sono stati bravi i ragazzi, ad ascoltarmi e a fidarsi di quello che gli abbiamo proposto, siamo stati bravi a lavorare sempre, senza cercare alibi. E’ una squadra che mi segue e che mi ha sempre seguito, poi sappiamo che dobbiamo migliorare, la squadra ci mette grande impegno e senso di appartenenza e questo per un allenatore è importante”.

CLICCA QUI PER LE NOSTRE PAGELLE DEL MATCH

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy