UFFICIALE: Conti, la squalifica resta. Per Maldini solo un’ammenda

UFFICIALE: Conti, la squalifica resta. Per Maldini solo un’ammenda

Brutte notizie per il terzino Andrea Conti. L’ex Atalanta ha visto respinto il ricorso e dovrà saltare le prossime tre partite della Primavera del Milan

di Edoardo Lavezzari, @Edolave
Andrea Conti, terzino del Milan (credits: GETTY Images)

Niente sconti per Andrea Conti. Il terzino rossonero, squalificato per tre giornate nel campionato Primavera, dovrà scontare in pieno la pena ricevuta dopo i fatti di Milan-Chievo. Notizie migliori, invece, per Paolo Maldini. Il dirigente rossonero, che inizialmente era stato inibito fino al 15 novembre, ha ricevuto uno sconto di pena e dovrà solamente versare un ammenda. Di seguito il comunicato ufficiale della FIGC con la decisione del giudice sportivo dopo il ricorso del Milan:

“19.RICORSO DELL’A.C. MILAN S.P.A. CON RICHIESTA DI PROCEDIMENTO D’URGENZA AVVERSO LA SANZIONE DELLA SQUALIFICA PER 3 GIORNATE EFFETTIVE DI GARA INFLITTA AL CALC. CONTI ANDREA SEGUITO GARA CAMPIONATO PRIMAVERA 1 TIM MILAN/CHIEVO VERONA DEL 3.11.2018 (Delibera del Giudice Sportivo presso la Lega Nazionale Professionisti Serie A – Com. Uff. n. 80 del 6.11.2018) La C.S.A. sentito l’arbitro, respinge il ricorso con richiesta di procedimento d’urgenza come sopra proposto dalla società A.C. Milan S.p.A. di Milano. Trasmette gli atti alla Procura Federale per ulteriori accertamenti. Dispone addebitarsi la tassa reclamo. 20. RICORSO DELL’A.C. MILAN S.P.A. CON RICHIESTA DI PROCEDIMENTO D’URGENZA AVVERSO LA SANZIONE DELL’INIBIZIONE FINO AL 15.11.2018 INFLITTA AL SIG. MALDINI PAOLO SEGUITO GARA CAMPIONATO PRIMAVERA 1 TIM MILAN/CHIEVO VERONA DEL 3.11.2018 (Delibera del Giudice Sportivo presso la Lega Nazionale Professionisti Serie A – Com. Uff. n. 80 del 6.11.2018) La C.S.A. sentito l’arbitro, in parziale accoglimento del ricorso con richiesta di procedimento d’urgenza come sopra proposto dalla società A.C. Milan S.p.A. di Milano ridetermina la sanzione dell’inibizione al presofferto. Commuta il residuo nell’ammenda di € 1.000,00. Trasmette gli atti alla Procura Federale per ulteriori accertamenti. Dispone restituirsi la tassa reclamo”.

CLICCA QUI PER LE FORMAZIONI UFFICIALI DI BETIS-MILAN

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy