Samp-Milan, diktat alle riserve: mettersi in mostra

Samp-Milan, diktat alle riserve: mettersi in mostra

Sampdoria-Milan sarà l’occasione, per diversi giocatori che sin qui hanno trovato poco spazio, per mettersi in mostra: una chance da sfruttare al massimo

di Luca Fazzini, @_lucafazzini

Senza Europa League, con l’emergenza infortuni in parte rientrata e con ogni gara di campionato fondamentale nella corsa al quarto posto, il turnover in casa Milan è sempre meno frequente, così come lo spazio per le riserve. Alla finestra, però, ecco l’impegno in Coppa Italia con la Sampdoria, che cade pochi giorni prima della Supercoppa Italiana, unico trofeo – oltre alla coppa nazionale – che gli uomini di Gattuso possono sperare di sollevare quest’anno. La missione è difficilissima, ma a Gedda sarà battaglia con la Juventus. Sabato, a ‘Marassi’, ecco dunque un possibile turnover. Parziale, certo, ma sarà l’occasione per vedere in campo quattro elementi in cerca di visibilità.

Il primo è Pepe Reina: i patti erano chiari sin da subito, dal suo arrivo ad inizio estate. Gigio Donnarumma portiere titolare in campionato, l’ex Napoli certezza in Europa League e Coppa Italia. Il ko (e la conseguente eliminazione) contro l’Olympiacos hanno diminuito però le chance per Reina, che punta dunque tutto sulla Coppa Italia. Davanti a lui, sulle fasce, ecco Andrea Conti e Diego Laxalt. Il primo, a cui una maglia da titolare manca dal settembre 2017, sta tornando pian piano dal doppio infortunio al crociato e proverà, nella sfida del ‘Ferraris’, ad insidiare Davide Calabria nelle gerarchie di Rino Gattuso. Il secondo, invece, è in cerca di riscatto: il suo arrivo sembrava un affare, ma i primi sei mesi meneghini sono stati un flop. Rubare il posto a Ricardo Rodriguez appare un’impresa ardua, ma la chance di mostrarsi come una valida alternativa (da terzino così come da esterno) dev’essere sfruttata al massimo dall’uruguaiano, che si era messo in mostra al Mondiale di Russia.

Ultimo giocatore in cerca di minutaggio è Josè Mauri: gli stop di Biglia e Bonaventura gli hanno aperto qualche spazio, anche se i 244 minuti giocati in stagione sono ancora troppo pochi. Il mercato è aperto, ma Josè vuole giocarsi ancora le sue carte per provare a restare in rossonero, e la sfida contro la Sampdoria appare l’occasione giusta. Inoltre, mister Gattuso sembra voler essere tornato al 4-3-3, e l’ex Parma può essere compagno ideale della coppia Kessié-Bakayoko. Un poker di riserve in cerca di riscatto: Samp-Milan dirà molto oltre al discorso qualificazione…

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy