Milan, si chiude un 2018 tra luci e ombre: riviviamolo assieme

Milan, si chiude un 2018 tra luci e ombre: riviviamolo assieme

Il 2018 è stato un anno di forti contraddizioni, polemiche, clamorose eliminazioni dall’Europa, ma anche tanti punti conquistati sul campo. Riviviamolo

di Edoardo Lavezzari, @Edolave

ALTI E BASSI

Quello che si chiude oggi è un 2018 che i tifosi rossoneri non scorderanno tanto facilmente. Questo è stato un anno di transizione e complicato sotto diversi punti di vista per il Milan, che però può guardare al futuro con un certo ottimismo. I problemi societari sono stati messi, definitivamente, alle spalle con l’addio di YongHong Li in favore di Elliott che ha portato stabilità economica e soprattutto un ambizioso piano per rilanciare il “brand” Milan in Italia e nel mondo, sul piano sportivo e su quello commerciale. La nuova proprietà ha portato in dote anche una nuova dirigenza, a fortissime tinte rossonere e un calciomercato ambizioso, ma che ha dovuto fare i conti con le limitazioni UEFA ereditate dalle precedenti gestioni. Sul campo le cose non sono andate benissimo, ma qualche soddisfazione il “Diavolo” è riuscito a togliersela, vediamo tutto nel dettaglio.

VAI ALLA PROSSIMA SCHEDA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy