Biglia tratta il rinnovo, ma in campo non rende

Biglia tratta il rinnovo, ma in campo non rende

Proprio in questi giorni Biglia sta parlando del prolungamento di contratto. Però ormai da troppo i risultati sono negativi e non rende.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

ULTIME MILAN – Un risultato negativo quello di oggi contro il Parma per il Milan. I rossoneri hanno pareggiato 1-1 e il gol del pareggio emiliano è sulla coscenza di Lucas Biglia. Il centrocampista argentino è entrato dopo il vantaggio milanista per provare a ridare equilibrio a una squadra sbilanciatissima all’attacco, passando al 4-4-2. Obiettivo: gestire di più il pallone, inserire esperienza e provare a fare un po’ più di schermo davanti alla difesa.

Risultato, però, davvero diverso e negativo. Anzi, si può dire quasi opposto rispetto alle aspettative e a ciò che si augurava Gennaro Gattuso. Alla fine proprio Biglia perde il pallone da cui scaturisce la punizione conquistata dai ducali per fallo di Fabio Borini. In più, si fa ammonire dopo poco dall’ingresso in campo e in generale non è mai entrato in partita, non ha mai dato qualcosa di più. Tanti i passaggi sbagliati, pochi i palloni recuperati o gestiti.

Non è una novità a dire il vero. A parte la gara col Chievo Verona, in cui era partito titolare e oltre al gol aveva giocato una buona gara, Lucas è ormai da un po’ che quando entra in campo fa fatica e non riesce a incidere. Dopo l’infortunio, l’argentino pare ancora essere in fase di rodaggio, ma ormai è passato davvero tanto tempo e il Milan non può rischiare di perdere punti per strada. Inoltre, solo a fini statistici, c’è da dire che proprio dopo l’infortunio di Biglia i rossoneri avevano iniziato a ottenere risultati positivi dopo un avvio sottotono e proprio col ritorno del numero 21 sono arrivati alcuni pareggi evitabili.

Il tutto mentre fuori dal campo si discute il rinnovo di contratto. A giugno 2020 scadrà il suo contratto e il Milan sta pensando se prolungare o meno. Al momento non sembra essere una priorità. Anzi, la sensazione è che o ci sarà uno spalmaggio dell’ingaggio o potrebbe dire addio. Decisive saranno anche le prestazioni in campo, che finora però non lo stanno aiutando. Eppure lui vorrebbe fortemente rimanere…

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy