Attenti a quei due: Calhanoglu crea, André Silva indirizza

Attenti a quei due: Calhanoglu crea, André Silva indirizza

Il Milan ieri ha vinto contro l’Austria Vienna, e i due protagonisti sono stati sicuramente André Silva e Hakan Calhanoglu: l’intesa tra i due funziona

Commenta per primo!

Dopo una settimana non proprio felice per le squadre italiane in Champions League (Juventus, Roma e Napoli), ieri sera si è visto finalmente uno scorcio di luce con Milan, Atalanta e Lazio. La squadra di Montella ha risposto come si deve dopo il KO all’Olimpico, la squadra di Bergamo ha letteralmente sbalordito e la Lazio  ha fatto quel che doveva fare. La prestazione dei rossoneri è stata complessivamente buona anche se va considerato che l’avversario non era proprio dei più ostili e la risposta che tutti si aspettavano è arrivata, quello che però è balzato agli occhi dei più attenti (e tecnici) sono state le prestazioni di Hakan Calhanoglu e André Silva. C’è intesa tra i due, chiave di lettura e spirito di collaborazione. Calhanoglu si è finalmente sbloccato e ha fornito un assaggio di quello che sa fare  quando ha libertà di movimento e Silva ha dimostrato che la palla la sa buttare in porta, cosa non di poco conto visto che le malelingue lo volevano già come  il grande flop di mercato. La tripletta rifilata all’Austria Vienna non si vedeva dai tempi di Kakà nel 2006 contro l’Anderlecht, non a caso il brasiliano ha poi dimostrato tutta la sua gioia su Instagram postando una sua foto con la maglia rossonera e celebrando la squadra. E’ la serata del ventunenne “raccomandato” da Cristiano Ronaldo, schierato dal primo minuto ripaga pienamente la fiducia concessagli da Montella. Non da meno il centrocampista turco che è stato protagonista di un vero e proprio show, sblocca subito la partita con una bellissima conclusione impossibile da parare per Hadzikic e la chiude con i due assist forniti all’attaccante portoghese  nel primo tempo.

Certo una prestazione positiva non può scagionare i rossoneri completamente, la strada è ancora lunga e tortuosa e gli impegni sono tanti. Ma l’atteggiamento è tutto e ieri sera lo hanno dimostrato, adesso testa al campionato dove bisogna ritrovare la giusta collocazione. E’ necessario dare chance in Serie A anche ai due protagonisti indiscussi della serata all’ex Prater di Vienna, perché se verranno schierati titolari e continueranno a sapere leggere le azioni l’un l’altro, siamo sicuri che ci regaleranno tanti altri spettacoli entusiasmanti alla quale assistere. Perché c’è assoluta voglia di Milan, in Europa come in Serie A.

Deborah Della Valle

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

PM – Qui Vienna, i giornali austriaci: “Giocato senza cervello”

Tra passato e futuro: Vienna ci lascia storia, civiltà e…tre punti

L’opinione – ‘Tutto bello, ma gli avversari?’

Kalinic-Andrè Silva, buona la prima. Non si pestano i piedi

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy