La FIFA respinge il ricorso del Chelsea: il mercato resta bloccato

La FIFA respinge il ricorso del Chelsea: il mercato resta bloccato

La FIFA ha confermato il blocco del mercato per il Chelsea per la stagione 2019-2020: non varrà per i giocatori Under 16. Il comunicato ufficiale

di Daniele Triolo, @danieletriolo

CALCIOMERCATO MILAN – La FIFA ha accolto parzialmente il ricorso del Chelsea di Roman Abramovic, confermando il blocco del calciomercato per la sessione estiva 2019 e quella invernale 2020, ma revocandolo per quanto concerne eventuali trasferimenti di giocatori Under 16. Questo il comunicato ufficiale della FIFA: “La Commissione d’appello della FIFA ha deciso di accogliere parzialmente l’appello presentato dal Chelsea FC contro la decisione della Commissione disciplinare FIFA di sanzionare il club con il divieto di registrare nuovi giocatori a livello nazionale e internazionale per i prossimi due periodi di registrazione completi e consecutivi. Questo divieto si applicava al club nel suo insieme – con l’eccezione delle squadre femminili e futsal – e non impediva il rilascio dei giocatori. Per quanto riguarda tutte le squadre maschili, il divieto di registrare nuovi giocatori, sia a livello nazionale che internazionale per due periodi di registrazione, è stato confermato dalla Commissione d’appello della FIFA, con la seguente eccezione. La Commissione d’appello della FIFA ritiene che il reato del Chelsea consistesse nel non rispettare il divieto di trasferire o registrare a livello internazionale per la prima volta giocatori minori stranieri. Secondo la commissione, l’imposizione di un divieto di registrazione di qualsiasi minore non sarebbe proporzionata al reato commesso. Di conseguenza, il Comitato di Appello FIFA ha deciso che, per quanto riguarda le categorie giovanili, il divieto non riguarda la registrazione di giocatori minori di età inferiore ai 16 anni che non rientrano nel campo di applicazione dell’art. 19 del Regolamento sullo status e sul trasferimento dei giocatori, che si riferisce ai trasferimenti internazionali e alle prime registrazioni di giocatori minori stranieri”. Inoltre, il comitato d’appello della FIFA ha confermato l’ammenda di 600 000 franchi. La decisione emessa dalla Commissione di ricorso FIFA è stata notificata oggi”. Il Chelsea, adesso, potrebbe ricorrere al Tribunale Arbitrale dello Sport (TAS) di Losanna. Che fine farà il manager Maurizio Sarri, alla luce di questa situazione? Per le ultime, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy