Milan, #3motivi per riprendere Ibrahimovic

Milan, #3motivi per riprendere Ibrahimovic

Tre motivi per riprendere Ibrahimovic: vince quasi sempre scudetto, fa reparto da solo e porta entusiasmo a compagni e tifosi.

di Redazione

Vince sempre i campionati

Zlatan Ibrahimovic PSG
Zlatan Ibrahimovic, attaccante del PSG (credits: GETTY Images)

Riprendere Ibrahimovic sarebbe un affare certo. Innanzitutto per la sua incredibile affinità con gli scudetti. La capacità di spostare gli equilibri di ogni campionato a cui ha partecipato lo ha portato a vincerne 13 degli ultimi 15 (con le maglie di Ajax, Juventus, Inter, Barcellona, Milan, PSG). L’ultimo è stato vinto proprio pochi giorni fa, con 8 giornate di anticipo – record nel campionato francese. Un trionfo, quello del PSG, che si è compiuto nel segno di Ibra: i 4 gol nell’ultima partita contro il Troyes provano una volta di più il dominio sulla classifica marcatori (27 gol contro i 14 del secondo, Cavani). Insomma, nonostante possa sbagliare una o due partite durante la stagione, sulla lunga distanza Ibrahimovic è sempre decisivo. E se l’età sulla carta di identità può cominciare ad essere alta, la voglia è quella di un ragazzino. Dimostra semmai di avere raggiunto una serenità tale per cui sembra migliorare di partita in partita. Fame di vittorie, volontà di migliorarsi e serenità in campo sono gli ingredienti perfetti per continuare ad essere protagonista. Anche a 34 anni. Soprattutto a 34 anni.Con tredici campionati vinti, da protagonista, in palmarès.

 Federico Graziani

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy