AMARCORD – 10 giugno 1951: Milan, lo Scudetto del Gre-No-Li

Esattamente 68 anni fa, il Milan vinceva il 4° Scudetto della sua Storia grazie al trio composto da Gunnar Gren, Gunnar Nordahl e Nils Liedholm

VIDEO MILAN – Esattamente 68 anni fa, il 10 giugno 1951, il Milan vinceva il 4° Scudetto della sua storia grazie al trio composto da Gunnar Gren, Gunnar Nordahl e Nils Liedholm.

1907-1951: 44 ANNI DI ASTINENZA – L’ultimo Scudetto, il terzo della sua storia, il Milan lo aveva vinto il 7 aprile 1907. A Genova contro l’Andrea Doria. 44 anni dopo, era tutta un’altra storia. Il campionato 1950-51 era il secondo dei tre svedesi. Nella stagione precedente Gren, Nordahl e Liedholm erano arrivati secondi a soli cinque punti dalla Juve di John Hansen, Boniperti e Praest. Ma pur avendo vinto 7-1 sul campo dei bianconeri, il tricolore era sfuggito ai rossoneri. Pronti-via, il Milan voleva assolutamente rifarsi. Il peso di 44 anni senza scudetti aveva però iniziato a farsi sentire nelle battute finali del torneo. Dopo aver vinto il 29 aprile 1951 sul campo del Torino, al Milan era venuto il fiato corto. Dopo tre pareggi in altrettante giornate di campionato, il 10 giugno 1951 andava in scena la gara decisiva a San Siro: Milan-Lazio, penultima di campionato. I rossoneri, trascinati da Gunnar Nordahl alla fine capocannoniere del torneo con 34 gol (sui 107 in totale segnati dalla squadra), erano primi in classifica con 60 punti e l’Inter seconda a quota 57.

ULTIMA GIORNATA: EMOZIONI AL BUIO – Partita stregata per il Milan a San Siro. Lazio in vantaggio con una rete dell’argentino Enrique Flamini, il primo Flaco della storia ancor prima di Luis Cesar Menotti e dell’attuale romanista Pastore. Poi il pareggio di Nordahl, ma Lazio ancora in gol con Primo Sentimenti. Era il quinto dei fratelli Sentimenti, fratello dei portieri Arnaldo e Lucidio ma anche del centrocampista juventino Vittorio. Era il gol della vittoria della Lazio, ma lo aveva segnato lui, Primo. Il destino del Milan di quel pomeriggio: sconfitto ma Campione d’Italia. L’Inter, infatti, era impegnata a Torino contro i granata, sullo stesso campo su cui 40 giorni prima il Milan aveva vinto 4-0. Convinti del successo rossonero sulla Lazio, comunque quarta in classifica, gli interisti, che non sapevano nulla del risultato di San Siro, segnarono solo nel finale con Pozzi dopo due reti granata. Oltre al danno della sconfitta, la beffa: solo negli spogliatoi l’Inter scoprì che se avesse battuto il Torino avrebbe potuto portarsi ad un solo punto dal Milan. Poi all’ultima giornata, il Milan perse anche sul campo della Roma, proprio mentre l’Inter batteva 5-2 il Genoa a San Siro. 60 a 59, un solo punto di distacco per il Milan tornato Campione d’Italia 44 anni dopo.

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy