ROMA-MILAN

Roma-Milan, Mancini: “Rigore su Ibra non c’era. Quello su Pellegrini sì”

Gianluca Mancini (difensore AS Roma) qui durante Verona-Roma 0-0 (Serie A 2020-2021) | AC Milan News (Getty Images)

Gianluca Mancini, giocatore giallorosso, ha parlato a 'DAZN' al termine di Roma-Milan, partita dell'11^ giornata della Serie A 2021-2022

Enrico Ianuario

Gianluca Mancini giocatore giallorosso, ha parlato ai microfoni di 'DAZN' al termine di Roma-Milan, partita dell'11^ giornata della Serie A 2021-2022. Ecco le sue dichiarazioni.

Se la squadra condivide lo stesso sentimento di Mourinho: "La condividiamo. Gli episodi li abbiamo visti tutti, anche dal campo. Il rigore di Ibanez non c'è. Noi difensori non possiamo intervenire, non possiamo fare contrasti. C'è un rigore grosso quanto una casa su Pellegrini, Kjaer gli prende il polpaccio. Parlando di campo, il Milan ha giocato bene nel primo tempo, noi nel secondo tempo. Ma queste partite vanno sugli episodi e oggi è stato tutto a sfavore nostro. Il rigore su Pellegrini è nettissimo".

Sull'arbitro: "Ci dicono di stare attenti con i falli di mano, noi difensori sembriamo pinguini. Dicono che vogliono dare meno rigori, poi danno questo tipo di rigori. Ibra non va a calciare, è un contrasto normalissimo. Se ogni volta in area ci sono questi contrasti e ci sono sempre rigori, questo non è calcio. L'arbitro può sbagliare, proviamo a parlarci. Ma al Var ci sono diversi arbitri, non possono sbagliare".

Troppi fischi da parte dell'arbitro: "Io guardo le statistiche, ci sono stati troppe ammonizioni. Ogni fallo un'ammonizione. Sono arrabbiato, non voglio mancare di rispetto a nessuno, però così per me è una presa in giro. Paragoniamo la Serie A ad altri campionati... Se in Premier danno un rigore come sul contatto Ibrahimovic-Ibanez si mettono a ridere. Soprattutto vedendo il rigore non dato a Pellegrini".

Sulla partita: "Noi abbiamo creato nei primi dieci minuti, poi ci hanno messo in difficoltà. Nel secondo tempo ci siamo messi a tre, li abbiamo pressati più alti. Dopo la loro espulsione abbiamo provato ad attaccare, la Roma esce bene con la consapevolezza giusta, ma con tantissima rabbia".

Se vede una crescita della squadra: "Si, rispetto all'anno passato vedo una consapevolezza migliore. Anche negli scontri diretti, contro Lazio, Juve, Roma e Milan. Contro il Napoli potevamo vincere, a Torino abbiamo fatto un'ottima partita. Siamo stati sfortunati, al derby abbiamo regalato venti minuti. Ma le reazioni sono da squadre forti e penso che si veda".

Sugli episodi: "Io vengo descritto un rompiscatole. Con tutta l'educazione sono andato da lui a chiedere spiegazioni. Se vieni richiamato al Var sigifnicia che hai sbaglaito . Lui mi ha detto che Ibra anticipa Ibanez e fa fallo. Io ho detto solo che che Ibra non calcia. Al rigore di Pellegri non ho detto niente perché se non vedo non parlo, ma nello spogliatoio ho visto l'episodio e c'era il rigore".

tutte le notizie di